SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Orto della Solidarietà a Senigallia, una bella esperienza di condivisione

Quattro ragazzi vi stanno svolgendo il servizio civile

Fabbri Infissi Senigallia - Dierre - Bonus fiscale 50% infissi, porte e cancelli
Partecipanti Orto Solidarietà

Sta volgendo al termine, dopo un anno di impegno, il periodo di Servizio civile nazionale in agricoltura sociale per quattro ragazzi ospitati presso l’Orto della solidarietà.

In primavera infatti Princess, Giorgia, Giacomo e Francesco sono stati selezionati per partecipare al progetto straordinario del Servizio civile in ambito agricolo, una novità per Senigallia, che è stata coinvolta insieme a Fermo.

La loro opera, 30 ore settimanali, si è svolta all’Orto gestito dalla cooperativa sociale e azienda agricola Undicesimaora, nata otto anni fa da Fondazione Caritas per mettere in atto inserimenti lavorativi e ridare dignità e speranza attraverso la cura della terra a chi ha perso lavoro, famiglia, possibilità e fiducia.

Ed è proprio nella relazione con gli inserimenti lavorativi che il loro Servizio civile ha trovato un valore aggiunto:

“Quest’anno è stato faticoso” spiega Giorgia “dal punto di vista fisico, perché lavorare la terra, seminare, raccogliere, prendersi cura dei prodotti, è un impegno meraviglioso ma duro, soprattutto in inverno e in piena estate. Ma forse ancora più impegnativo è stato restare in contatto e interagire con le persone in situazioni di disagio che qui lavorano grazie agli inserimenti lavorativi: di sicuro questo ci ha arricchiti e ci ha reso parte di una società variegata ma non è stato semplice”.

Ex detenuti, emarginati sociali, migranti, richiedenti asilo, persone che avevano perso la strada e il senso della loro vita e che grazie alla vitalità della terra stanno provando a risalire e a trovare un mezzo per raggiungere l’indipendenza economica ma soprattutto un riscatto tangibile e reale.

Prima di Natale i giovani del Servizio civile sono stati in visita alla realtà corrispondente a Fermo, vincitrice del bando insieme a Senigallia:

“L’esperienza di condivisione” racconta Princess “è sempre un momento fondamentale che ci dà energia. Abbiamo conosciuto tre ragazzi che come noi svolgono lo stesso Servizio, anche a Fermo coordinato da Caritas ma senza una struttura definita alle spalle come Undicesimaora, quindi più dispersiva. Siamo stati in visita alla comunità di Capodarco, che accoglie persone in condizioni di grave disagio. Il nostro anno è stato carico di riflessioni, di fatica fisica e abbiamo aperto gli occhi sul mondo”.

L’Orto della solidarietà con il nuovo anno può contare su nuovi inserimenti per l’inclusione sociale, otto persone in tutto tra Orto e Falegnameria della solidarietà, e continua a essere una concreta risposta sociale all’emarginazione, in linea con un welfare sostenibile, perché qui si fa insieme e si lavora insieme e ogni acquisto, fatto direttamente al punto vendita in via delle Saline o il giovedì mattina in piazza Garibaldi, finanzia i progetti sociali della cooperativa, in un circolo virtuoso di economia solidale.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!