SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Presentazione a Senigallia del nuovo libro di Angelo Verdini

"Le nespole e la canaglia" martedì 12 febbraio alla biblioteca Antonelliana

Vivaio Piantaviva Senigallia - Piante e fiori, creazione del verde, addobbi floreali
Copertina libro Angelo Verdini

Martedì 12 febbraio alle ore 17,30 verrà presentato nella sala conferenze della Biblioteca Comunale di Senigallia il volumetto di poesie di Angelo Verdini dal titolo “Le nespole e la canaglia”, edito da Affinità Elettive.

Alla presentazione, introdotta da Mattia Tisba, parteciperà l’autore, che parlerà della sua esperienza poetica e leggerà alcuni testi.

Angelo Verdini vive a Palazzo di Arcevia, dove è nato, ed è noto per il suo impegno culturale fortemente legato al territorio, alla terra e al mondo contadino.

Ma è anche poeta, in virtù, com’è ovvio, della sua sensibilità e del suo estro, ma anche delle suggestioni che scaturiscono dai legami con questo mondo Con questo libro l’autore conferma la qualità della sua impostazione stilistica e l’importanza di una territorialità come residenza di poesia.

E’ il quinto della sua produzione poetica e raccoglie i testi composti fra 1986 e il 2017.

L’abbondante lessico dei ricordi, degli affetti e delle utopie è suddiviso in quattro sezioni: storie, geografie, infanzie, incontranze.

Le storie sono narrazioni minime e locali, che partono dal basso, dalla cultura contadina (che l’autore conosce bene per esperienza personale) per andare a confluire in una Storia più grande, dove la purezza e la giustizia prendono il posto di atrocità e disuguaglianze.

Le geografie sono intrise di paesaggi, di stagioni, di abitanti: le parole ben si adattano alla cura millenaria che ha consentito la bellezza e alla curiosità infantile che ha fissato le immagini in movimento e le filastrocche delle colline.

Le infanzie sono tragiche nella sfortuna, come quelle di Palmina ed di Aylan e larghe, accoglienti, tolleranti perché grande è la memoria del cuore e la profondità della consolazione.

Infine ci sono le incontranze che contengono atti unici, occasioni irrepetibili, ritratti sfuggenti.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura