SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Assicurazioni Generali - Nuova sede a Senigallia - Polizza vita, lavora con noi

Anche a Senigallia “L’Italia che resiste”

L’appuntamento è per sabato 2 febbraio alle ore 17.00 in piazza Roma

Anche a Senigallia "L'Italia che resiste"

Anche a Senigallia si svolgerà l’iniziativa, promossa a livello nazionale in decine di città,”l’Italia che Resiste”, che unisce tanti gruppi spontanei di cittadini che non accettano la mancanza di umanità che caratterizza questo particolare periodo storico e che si riuniranno sotto i municipi cittadini dietro lo striscione con su scritto “Resistere alle scelte inumane“.

La manifestazione è aperta a tutti e chiunque può aderire, singoli, associazioni e partiti,che potranno portare bandiere, vessilli e la propria testimonianza. Tante piazze italiane e tante cittadine e cittadini che si ritroveranno sotto una semplice idea:”Restiamo umani”.
A Senigallia in Piazza Roma ,sabato 2 febbraio dalle ore 17 gli aderenti alla rete S.O.S. Razzismo – Noi ci siamo” invitano ad unirsi quanti hanno a cuore la solidarietà e l’inclusione.

da Rete S.O.S. Razzismo – Noi ci siamo

Redazione Senigallia Notizie
Pubblicato Venerdì 1 febbraio, 2019 
alle ore 9:36
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Ci sono 4 commenti
giulio
giulio 2019-02-01 12:45:12
Bella iniziativa. E' in favore dei terremotati (abbandonati) di Amatrice? Oppure è in segno di solidarietà ai cinque milioni di poveri assoluti italiani? Ah, no è una manifestazione per "la solidarietà e l'inclusione". Troppo generica, mi spiace non parteciperò.
P.S. I morti in mare sulla “rotta centrale” che porta a Italia e Malta, (cifra Oim) sono 1.130, dimezzata rispetto a 2.263 dello stesso periodo 2017.
francesco. 2019-02-01 17:18:13
4 gatti che resistono!!!!!
Antonio 2019-02-01 22:00:44
Anche Salvini RESISTE!!!
paolo06 2019-02-02 14:43:13
Gentile Giulio, ha ragione, manifestazione troppo generica, senza sufficienti confini. Ormai la universalità dei diritti umani, sociali, economici è alle spalle per fortuna. Oggi giustamente dobbiamo raggruppare e dividere gli aventi diritto, metterli in ordine di priorità, ed ovviamente sempre prima gli italiani! D'altronde è chiaro che anche gli organizzatori di questa iniziativa stanno pensando ai disgraziati in mezzo al mare che non sono italiani ma se ne infischiano altamente dei terremotati, dei poveri in mezzo noi, dei senza diritti o dei soggetti deboli che abitano le nostre città! Lei non parteciperà ed è naturale, non si confonda con questi quattro gatti che pensano ancora che ogni essere umano sia portatore di diritti semplicemente perchè essere umano, senza se e senza ma.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!