SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Vaccinazioni e fake news, incontro al Rotary Club di Senigallia

Il prof. D'Errico ha fatto da relatore: "i vantaggi sono molti di più di eventuali controindicazioni"

Marcello Mario D'Errico

Il prof. Marcello Mario D’Errico, Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Politecnica delle Marche, è stato ospite del Rotary Club Senigallia dove ha tenuto una relazione su un argomento oggi tanto dibattuto: vaccinazioni – dalle fake news alle evidenze scientifiche.

D’Errico, professore Ordinario di Igiene Generale e Applicata, ricopre diversi incarichi istituzionali, collabora con organismi sia nazionali che internazionali, è autore o coautore di oltre 350 pubblicazioni scientifiche e svolge un’importante attività didattica.

Il relatore, dopo l’introduzione del presidente Learco Perini, ha spiegato che la vaccinazione non può e non deve essere un atto di fede ma il risultato di una scelta motivata e consapevole; nel 1978 il vaiolo è stata la prima malattia infettiva totalmente eradicata nel mondo ma molto resta ancora da fare nella prevenzione e, i nove milioni di casi all’anno di tubercolosi o i venti milioni di persone annualmente colpite dal morbillo, purtroppo lo dimostrano.

Sono ancora molto diffusi gli agenti patogeni emergenti dagli anni ’70 ad oggi ma i vaccini, pur nella consapevolezza che si tratta di farmaci che possono avere controindicazioni, hanno notevolmente ridotto l’impatto di terribili malattie altrimenti facilmente trasmissibili.

Ciascuno di noi è a rischio a causa di fattori non modificabili quali età, sesso e predisposizione familiare ma, per tante patologie per le quali esiste un vaccino, abbiamo modo di difenderci. La soglia di copertura vaccinale raccomandata dalla comunità scientifica si attesta intorno al 95 % della popolazione e gli indubbi vantaggi risultano decisamente superiori alle eventuali controindicazioni.

Concludendo il suo intervento, D’Errico ha elogiato il Rotary International per il progetto PolioPlus che, a partire dal 1985, ha permesso la vaccinazione antipolio per oltre due miliardi e mezzo di bambini rendendo realistico il traguardo, a breve, della totale eradicazione della devastante malattia.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!