Logo farmacieFarmacie di turno


Landi Parere Dr.ssa Loretta
Errore durante il parse dei dati!
SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Al Vicoletto da Michele - Ristorante e pizzeria a Senigallia

Al Cinema Gabbiano l’incontro “Conoscere persone di pace”

L'appuntamento, che fa parte del progetto "SCOPRIAMO UN LIBRO" della libreria Mastai, è per venerdì 18 gennaio

Cinema Gabbiano Senigallia - Sala grande

Appuntamento molto interessante per la libreria Mastai nei locali del cinema Gabbiano venerdì 18 gennaio: l’incontro “Conoscere persone di pace” sarà serata interamente dedicata che ai premi Nobel per la Pace dell’anno 2018, in collaborazione con Azione cattolica Scuola di pace e Scuola di pace.

La serata di venerdì comincerà alle 19.30 con un buffet nel foyer del cinema Gabbiano. Alle ore 20 il professor Emanuele Pavolini intervisterà la giornalista Laura Mandolini e il medico Rodolfo Piazzai per affrontare due libri importanti usciti da poco in libreria: “L’ultima ragazza. Storia della mia prigionia e della mia battaglia contro l’Isis” di Jenna Krajeski (edito da Mondadori) e Nadia Murad e “Denis Mukwege. L’uomo che ripara le donne” di Colette Braeckman (Fandango). A seguire, alle 21.15, la proiezione del film “Sulle sue spalle” di Nadia Murad (biglietto unico per tutti a 4 €).

A unire i due personaggi, il congolese Mukwege e l’irachena yazida Murad, premiati con il Nobel per la Pace, uno grande sforzo “per mettere fine all’uso della violenza sessuale come arma in guerre e conflitti armati”.

La biografia del dottor Mukwege, gigante sorridente e pacifico, racconta la vita del medico che ha curato nell’ospedale della provincia più insanguinata della Repubblica Democratica del Congo, migliaia di donne vittime di violenza sessuale e che si batte contro una guerra in cui il corpo delle donne è diventato campo di battaglia e lo stupro un’arma usata senza scrupoli. L’autrice del libro, Colette Braeckman, raccoglie questa importante testimonianza e l’orrore della guerra in prima linea.

L’autobiografia di Nadia Murad, finalmente oggi donna libera, racconta con coraggio la ferocia dei militanti dello Stato islamico nel suo villaggio e il calvario vissuto da lei e da tante ragazze giovanissime e vergini, la prigionia, gli stupri selvaggi, le torture fisiche e psicologiche, le umiliazioni. La Murad racconta tutto questo con straordinaria efficacia e si fa portavoce della sua gente e delle vittime dell’odio dell’Isis.

L’appuntamento fa parte del progetto “SCOPRIAMO UN LIBRO” della libreria Mastai, che promuove un libro al mese (il venerdì dalle 18 alle 19.30) in libreria, per far conoscere ai lettori testi importanti su temi sociali, di spiritualità, pastorali, o di educazione.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura