SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“Inasprito il conflitto tra poveri e persa ormai ogni solidarietà umana”

Potere al Popolo sulla decisione di Salvini di non far attraccare la Sea Watch: "ci sono 32 esseri umani, siamo alla barbarie"

Sci Club Senigallia
barcone di migranti, immigrati clandestini, strage in mare, viaggio della speranza

Potere al Popolo Senigallia condanna fermamente la decisione di Salvini di chiudere i porti e non far attraccare la Sea Watch, nave che contiene 32 essere umani, tra cui 3 bambini piccoli, ormai da più di due settimane in ostaggio in mare.

Un governo codardo (in grado di battere i pugni sul tavolo solo quando si parla dei “neri” che arrivano in cerca di una vita migliore) e un’Unione Europea complice sono gli attori modesti di questo teatrino politico che ha ormai perso ogni senso di solidarietà umana.

Questa vicenda, brutale e spietata, si inserisce nel solco di un disegno ben preciso, pensato sul lungo periodo e condiviso nella sostanza da tutte le forze politiche, dal centrosinistra al finto governo del cambiamento. Si tratta di una strategia pensata, agìta e portata avanti su due binari paralleli: da un lato, la distruzione totale dei diritti sociali e delle tutele basilari nonchè delle condizioni minime per vivere un’esistenza dignitosa, dall’altro l’utilizzo di una propaganda martellante e strumentale che associa l’insicurezza sociale al fenomeno dell’immigrazione, nonostante i dati parlino chiaro sull’irreale correlazione con la concreta sofferenza popolare.

Su questo solco, già scavato dal precedente ministro della repressione Minniti, viene emanato il decreto Salvini, legge che ha il solo fine di inasprire il conflitto tra poveri, di aiutare mafie e caporalato a lucrare sulle vite altrui e di zittire il dissenso sociale, politico e sindacale.

Tra il governo PD e la Lega esiste una connessione di fondo che è la guerra dall’alto verso il basso, che toglie dignità alle persone e poi le divide per sesso, razza e classe sociale per aizzarle, materialmente e culturalmente, l’una contro l’altra.

L’unica alternativa è mobilitarci contro la barbarie umana che viviamo ogni giorno, cercando di contrastare il diffondersi di un razzismo dilagante che inibisce e non permette la realizzazione di un’emancipazione collettiva di noi sfruttati, italiani e non.

Da

Potere al Popolo

Commenti
Ci sono 3 commenti
boscaioloeremita
boscaioloeremita 2019-01-07 11:02:19
Il medico pietoso fa la piaga purulenta
marcof 2019-01-08 08:52:06
Pienamente d'accordo con il ministro Salvini.
Bisogna fermare questi sbarchi, non possiamo accogliere tutti indiscriminatamente. L'immigrazione deve avvenire legalmente non con i barconi dove ci lucrano gli scafisti.... le ong sono complici della malavita. Dobbiamo aiutare gli africani a casa loro
Glauco G. 2019-01-08 11:04:15
Il lato positivo di tutta questa storia è che finalmente (personalmente) vedo sempre più persone del "popolo" pretendere il rispetto della legge (per ogni singolo essere umano) e sempre meno persone del "popolo" scendere in piazza per gridare al razzismo e pretendere vitto e alloggio gratis per questi poveri cristi che stanno venendo in Italia con il sogno di non fare nulla ed essere mantenuti dallo stato...magarri con piccoli o grandi extra non legali. E' sempre piacevole vedrvi lottare per gli extracomunitari e lasciare in pace quei poveri cristi che magari vivono in auto e che hanno l'unica colpa di essere Italiani e non stranieri..bravi..continuate così che vi ameremo sempre di più e sempre di più vi daremo retta e appoggio politico/sociale...come no!!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!