SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Fabbri Infissi Senigallia - Dierre - Bonus fiscale 50% infissi, porte e cancelli

Il Comitato a Difesa dell’Ospedale risponde a Mangialardi: “Allibiti, disgustati e offesi”

"Rattristati di come il sindaco abbia scelto di mettere in cattiva luce la nostra battaglia utilizzando il più infimo dei sistemi"

Comitato cittadino difesa ospedale di Senigallia

Allibiti, disgustati, offesi: ecco come ci sentiamo dopo aver letto il comunicato stampa di Mangialardi, apparso poche ora fa, sul servizio di Striscia la Notizia andato in onda la Vigilia di Natale.

Pur essendo abituati a subire costantemente i suoi attacchi gratuiti al limite della mistificazione, mai ci saremmo attesi che ricorresse addirittura a strumentalizzare la tragedia di Corinaldo per nascondere le sue mancanze e per colpire chi quotidianamente si spende a difesa della sanità pubblica nel territorio senigalliese.

Per chi non avesse visto quanto andato in onda su Canale 5 il 24 dicembre, precisiamo che si è trattato di un servizio di denuncia sull’ annosa vicenda della Risonanza Magnetica che nulla aveva a che fare con quanto accaduto a Corinaldo e che non aveva alcuna venatura di ilarità, anzi.

Si è trattato della terza incursione presso l’Ospedale di Senigallia della troupe di Striscia la Notizia nell’ultimo anno, cioè da quando abbiamo segnalato a tutti gli organi di stampa la grottesca storia della risonanza magnetica di Senigallia, acquistata nel 2014 al modico prezzo di un milione e mezzo di euro e rimasta per quasi quattro anni inutilizzata per l’incapacità dei politici locali, più attenti ad apparire che a risolvere i problemi dei cittadini, ed ancora oggi non pienamente fruibile dagli utenti.

Sappiamo bene quanto il Sig. Mangialardi soffra chi denuncia pubblicamente la realtà e trovi davvero difficile giustificare con le vuote parole la sua abitudine a difendere il palazzo anziché i cittadini. Conosciamo bene il tono supponente con cui è solito attaccare chi lo critica e la sua abitudine a sottrarsi al confronto, preferendo ad esso l’attacco con lunghi monologhi durante momenti istituzionali, quando noi non possiamo avere alcun diritto di replica.

Mai ci saremmo aspettati, però, che arrivasse così in basso utilizzando una vicenda così straziante che meritava solo il doveroso silenzio.

Siamo davvero rattristati nel constatare come il massimo esponente del nostro Comune abbia scelto di mettere in cattiva luce la nostra battaglia utilizzando il più infimo dei sistemi, ma siamo nel contempo soddisfatti per la reazione della gente che sui social, ma soprattutto di persona, ci ha manifestato la piena solidarietà e sostegno e ci ha incoraggiati a continuare.

Stia quindi tranquillo il Sig. Mangialardi: noi andremo avanti con maggior vigore nella nostra battaglia e la allargheremo anche ad altri temi purtroppo dimenticati da colui che da oggi non chiameremo più Sindaco, perché un vero Sindaco si comporta in tutt’altro modo.

da Comitato cittadino a difesa dell’ospedale di Senigallia

Commenti
Ci sono 7 commenti
fra77 2018-12-28 12:31:08
Caro Comitato,giusto e lecito (dipende dai punti di vista) attaccare il Sindaco,giusta e lecita la vostra denuncia,ma difendere il Gabibbo e company,dicendo che non c'era alcuna venatura di ilarità è troppo. Non vi disgusta questo servizio fatto in una giornata di lutto cittadino? Non siete offesi per un servizio spruzzante di energia ed una inviata felice e sorridente in un giorno di lutto cittadino? Un servizio fatto,dopo una tragedia,in un giorno triste,di lutto,con tutta l'allegria dell'inviata intenta a rompere le scatole a chi lavora in giorni dove l'ospedale era sovraccarico di feriti,una presa di posizione,Voi Signori del comitato non la prendete? No per carità, dobbiamo ottenere quello che vogliamo e basta....Mi spiace non aver letto nulla a riguardo e ne sono veramente deluso. Quindi per me vorrà dire che siete solo persone in cerca di visibilità e basta.
charlybuk 2018-12-28 13:07:45
Anche io, come l’utente che ha commentato prima di me, questa volta mi sento di dare ragione al Sindaco al 100%.
Cari del Comitato, avreste fatto più bella
figura se in quei tristi giorni in cui tutta la città piangeva le giovani vite spezzate, anche voi avreste rispettato il SILENZIO.
Credo di riconoscere, tuttavia, la penna un pó “velenosa” di chi scrive i comunicati del comitato, che sia un vecchio signore che spesso appare nelle foto e che ha avuto, in passato, un esperienza nel movimento 5 stelle cittadino?
octagon 2018-12-28 13:52:00
A dire il vero in città qualcuno a festeggiato, ma si trattava di amici miei atto 4° dispiace dirlo ma siete ridicoli anche voi come il vostro sindaco!
mimmo990
mimmo990 2018-12-28 17:31:27
Bravi, grazie per la risposta. Avete espresso il pensiero della maggior parte delle persone per bene.
mimmo990
mimmo990 2018-12-28 17:33:57
e chiaramente mi sto riferendo al comitato, non a questi 3 che hanno messo il commento sopra il mio.
Grazie di nuovo per il lavoro che avete fatto.
Spero Striscia la Notizia si senta più stimolata, dopo questa lettera, ad intervenire più spesso. I problemi al giorno d'oggi, si risolvono così, quando conta solo l'immagine, è quella che bisogna attaccare.
fra77 2018-12-28 18:37:56
@mimmo1990. I problemi si risolvono con striscia? In bocca al lupo allora
Mario Rossi 2018-12-29 17:37:02
Prendere come pretesto, o ancor peggio, nascondersi dietro la tragedia, è da vigliacchi, come è il solito PD, ma anche, come fanno tutti chi è al comando, e non sanno più dove attaccarsi !!! Però, girare quel filmato proprio in quei giorni di lutto cittadino, dove quel giorno a pochi centinaia di metri di distanza, si stava dando l'addio ad uno di quei sfortunati giovani, è una grandissima mancanza di rispetto, quasi paragonabile a quella del Megà, anche se in questa vicenda, c'è poco da divertirsi !!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura