SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

3 cose stravaganti da vedere a Reggio Emilia

Arrivate alla stazione AV Mediopadana e godetevi queste altre attrazioni particolari, se non bizzarre

Stazione ferroviaria alta velocità Reggio Emilia

Reggio Emilia (o Reggio nell’Emilia, per essere più precisi) è famosa per il parmigiano, per un metodo educativo pedagogico e per aver inventato l’attuale bandiera italiana. Oltre alle attrazioni canoniche, però, chi viene in vacanza a Reggio per la prima volta può trovare nel suo percorso almeno tre attrazioni piuttosto particolari, se non bizzarre, che abbiamo raccolto in questo articolo.

La più in vista è senz’altro la stazione AV Mediopadana, opera del celebre e controverso Santiago Calatrava. Assieme a tre ponti (le cosiddette Vele), l’architetto spagnolo ha progettato questa struttura ondulata e futuristica, quasi un’onda di acciaio liquido, inaugurata nel 2013. Reggio centro dista qualche chilometro dalla stazione, che è immersa nella campagna emiliana, ma grazie agli autobus raggiungere la città non vi ruberà più di venti minuti: se non disponete di una macchina, quindi, il treno è una valida alternativa per più di un motivo.

La visita alla stazione vi ha fatto andare troppo in là nel futuro? Niente paura: vi basterà recarvi in via Guazzatoio per fare il percorso inverso. La Casa dei Burattini di Otello Sarzi è un museo stupendo dedicato a un’arte tanto antica quanto bisognosa di attenzioni e salvaguardia. Oltre ad ammirare le opere esposte e scoprire la storia di chi le ha create, vi sarà anche possibile vedere i burattini all’opera nel piccolo teatro allestito all’interno (a patto, certo, di visitare la Casa nell’occasione giusta). Scoprite sul sito ufficiale gli orari di apertura, e ricordate di lasciare un’offerta.

Chiudete il vostro giro stravagante entrando alla biblioteca Panizzi (via Farini 3), che è aperta tutti i giorni domenica inclusa e che nasconde, sul soffitto di una delle sue sale – non vi diremo quale – un’opera d’arte davvero particolare. Si chiama “vortici e mulinelli” ed è un coloratissimo intreccio di spirali e onde che difficilmente potrete trovare in un’altra biblioteca.

Vi è venuta voglia di partire alla ricerca di b&b Reggio Emilia altrettanto bizzarri? Siti come Expedia possono aiutarvi a trovare il migliore per rapporto qualità/prezzo, o anche solo per qualità/follia. Buona fortuna!

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura