SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Presenze al Consiglio comunale al momento del voto: in vetta Romano

Sul podio Beccaceci e Martinangeli; fanalini di coda Paradisi, Perini e Canestrari

885 Letture
commenti
Onoranze Funebri F.lli Costantini
Dario Romano

Con il 100% delle presenza (843 su 843, fonte OpenMunicipio) è Dario Romano, il più presente al momento del voto in consiglio comunale. A fargli compagnia sul podio Lorenzo Beccaceci (99,8%) e Stefania Martinangeli (98,8%).

I dati sono stati presentati nella mattinata del 21 dicembre nel corso di una conferenza stampa per fare il punto sull’attività consiliare. Le statistiche prendono in considerazione il periodo che va dal 2015 al 19/12/2018.

Quelli raccolti da Openmunicipio sono dati oggettivi – specifica Dario Romano – riferiti alle presenze dall’inizio del mandato. Rappresentano un dato quantitativo, si calcola la presenza al voto, e non qualitativo. Può accadere che un consigliere sia sempre presente ma di fatto intervenga poco, mentre chi è spesso assente, magari per motivi lavorativi, quando c’è si fa sentire.” I più attivi risultano in ordine di atti presentati: Giorgio Sartini, Riccardo Mandolini e Stefania Martinangeli.

Fanalini di coda in tema di presenza  Roberto Paradisi (41,3%), Maurizio Perini (57,4%) e Alan Canestrari (61,7%). La conferenza è stata l’occasione anche per fare qualche riflessione sull’ultimo consiglio comunale: “È stato il primo – ricorda Romano – dopo i fatti di Corinaldo; oltre ad un minuto di silenzio in memoria delle vittime, ho molto apprezzato il tono che si è tenuto, privo di sterili polemiche“.

Commentando l’approvazione del bilancio, argomento caldo dell’ultima seduta ha detto: “Non mi sembra che quello attuale sia davvero il governo del cambiamento. Non condivido la manovra assistenzialista, con il reddito di cittadinanza, con cui la povertà viene trattata ma l’errore del centrosinistra è stato quello di non averla trattata affatto“.

Non manca una riflessione sul Partito Democratico di cui è esponente, sopratutto in ottica futura: “Serve a mio avviso un ricambio generazionale: Senigallia è alla fine di un ciclo, andato molto bene con l’Angeloni prima e Mangialardi ma ora il partito deve interrogarsi su che strada intraprendere“.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!