SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Frantoio Lugliaroli - Senigallia - Prodotti tipici e per la cosmesi

Fondi per Senigallia progetto Spiagge Sicure: “il governo non c’entra nulla”

Il consigliere della Lega Da Ros attacca il sindaco Mangialardi: "dice cose inesatte"

Davide Da Ros

Il consigliere comunale della Lega, Davide Da Ros, interviene sulle dichiarazioni del sindaco Maurizio Mangialardi relative ai fondi del progetto “Spiagge Sicure”.


“Dispiace dover perdere tempo per le ‘sciocchezze’ che la politica, di quel che rimane del PD, spesso pronuncia, ma come Coordinatore comunale della Lega che come Capogruppo al Consiglio comunale di Senigallia, sono costretto, mio malgrado, a replicare alle ‘non verità’ articolate e dette dal Sindaco Mangialardi nell’ultima seduta consiliare, e che la stampa ha riportato, ma anche alle “verità celate” non pronunciate dal primo cittadino della nostra città, celate ad arte per strumentalizzare e attaccare il Governo nazionale”, sottolinea Da Ros, che aggiunge: “parliamoci chiaro, da una parte capisco Mangialardi visto che il suo PD, sia a livello nazionale che locale, è oramai arrivato ai ‘minimi storici’ grazie al “funambolico” Renzi e compagni, che hanno portato il loro partito alla deriva e allo sgretolamento. Il PD è oggi deriso e denigrato da una grandissima fetta di italiani. Dall’altra, lo comprendo lo stesso, visto che sempre Mangialardi, navigando in acque torbide e accorgendosi che tutti oramai lo hanno abbandonato, è costretto a fare oramai annunci ‘pirotecnici’ per cercare di tenersi a galla in vista, soprattutto, per le regionali del 2020, sperando di ottenere l’investitura acandidato Governatore o l’elezione a Consigliere regionale, oppure ancora alla nomina di Assessore regionale.
Vede Sindaco Mangialardi, quando Lei “batte cassa” al Governo, affermando che non sono ancora arrivati i 50.000 euro del Progetto “Spiagge Sicure”, afferma una cosa inesatta, non vera, perché il Governo ha approvato lo stanziamento di quella cifra a luglio di quest’anno e Lei sa benissimo, ma fa finta di non saperlo, che una volta stanziato l’importo, quelle risorse sono immediatamente impegnabili e spendibili, anche se materialmente non sono state ancora introitate dal Comune perché la comunicazione ufficiale da parte del Ministero vale quale base giuridica per poter impegnare e spendere le risorse economiche assegnate. Il Governo, caro Sindaco, non c’entra proprio nulla”.

Da Ros continua, ricordando l’intervento di Mangialardi in Consiglio comunale: ““voglio immediatamente i soldi che non sono arrivati”, “non posso comprare niente se non arrivano i soldi””, ha affermato il sindaco. Mente due volte; la prima perché può in realtà impegnare e spendere benissimo quelle risorse che il Governo ha dato al Comune; la seconda, ancor più grave, perché Lei in realtà “ha già ordinato il nuovo materiale da dare in dotazione ai Vigili Urbani, compresa una nuova auto”, e, quindi, ha già impegnato quella somma, individuando il da farsi.
E’ chiaro, perciò, Sindaco Mangialardi, che le sue uscite sono solamente una mera strumentalizzazione politica perpetrata solo per “attaccare” ingiustamente il Governo Conte e il Ministro Salvini attuale che, fortunatamente, non è più a targato PD. Lei appare abile con le parole ad effetto pronunciate in Consiglio; abile a costruire ‘castelli di sabbia’ e ‘parole vuote’. Tra l’altro, mi piacerebbe sapere come mai Lei, in occasione degli 80 euro che Renzi concesse agli italiani, ma che di fatto, poi, chiese a sua volta ai Comuni, non ebbe, allora, nulla da dire? Come mai non ‘protestò’ vivacemente per i 511.000 euro circa che il Governo Renzi le chiese di stornare per coprire gli 80 euro? Due pesi e due misure? Probabilmente sì, due pesi e due misure: quando al Governo c’era il PD, andava tutto bene, e anche se alcune scelte non piacevano, si taceva per “convenienza partitica e politica”; ma, ora, che al Governo ci sono la Lega e il M5S, ogni occasione è buona e giusta, strumentale e mistificatoria per sparare qualche boutade ridicola”.

“Comunque sia – è la conclusione del consigliere – caro Sindaco Mangialardi, lei continui pure a giocare con la verità dei fatti e a dire sciocchezze, a proporre e a far approvare ‘ordini del giorno’ ridicoli e fortemente di sinistra per tenersi vicino centri sociali, Città Futura e radical-chic; continui a nascondere ‘le verità’ e a criticare tutti e tutto. A noi, onestamente, non importa se continua a farlo. Anzi, a noi non può altro che far piacere visto che il gradimento dei senigalliesi verso il PD e della sua Amministrazione sono in notevole ed evidente picchiata! Ah, dimenticavo… Le vorrei ricordare che anche i “non senigalliesi” di origine Le hanno fatto ‘Ciaone’! Un caro Saluto e buona fortuna!”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura