Logo farmacieFarmacie di turno


Domenici Robertucci
Errore durante il parse dei dati!
SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Accesso ai farmaci oncologici, confronto tra Volpini e Berardi

Il presidente della Commissione Sanità e la direttrice della Clinica Oncologica di Ancona nel tavolo di discussione sul tema

Albergo Bice - Nuova sala convegni - Hotel e ristorante - Senigallia
Fabrizio Volpini, Rossana Berardi

Rendere accessibili ed economicamente sostenibili i farmaci innovativi, in particolare quelli oncologici.

Su questo tema si sono confrontati il 3 dicembre tutti gli attori istituzionali e clinici coinvolti. Ad aprire i lavori, al Palazzo Li Madou della Regione, il presidente della commissione sanità in Consiglio regionale, Fabrizio Volpini.

A confrontarsi al tavolo: Rossana Berardi, direttrice della clinica Oncologica di Ospedali riuniti di Ancona; Stefano Bianchi, direttore delle farmacie interne di Marche Nord; la direttrice generale di Marche Nord Maria Capalbo; il direttore generale di Ospedali riuniti di Ancona, Michele Caporossi; Maria Di Bonaventura del servizio Bilancio della Regione Marche; Lucia di Furia, dirigente del servizio Salute della Regione Marche; il direttore dell’Asur, Alessandro Marini; Rodolfo Mattioli, oncologo di Marche Nord; Vincenzo Moretti, del reparto Farmacia di Ospedali riuniti di Ancona; Rodolfo Pasquini, direttore amministrativo di Marche Nord; Luigi Patregnani, dirigente farmacista di Ospedali riuniti di Ancona e Stefano Sgratella, direttore del servizio farmaceutico di Camerino.

“Il tema è delicato e di importanza vitale, per questo si è ritenuto fondamentale che tutti gli attori coinvolti sedessero attorno ad uno stesso tavolo affinché si possa creare una governance per rendere accessibili ai pazienti i farmaci innovativi, in genere molto costosi per il sistema sanitario, in particolare quelli oncologici”, le parole del presidente della commissione Sanità, Fabrizio Volpini, che ha aggiunto: “Le proposte sulle quali si è chiuso il confronto sono state quelle di rendere permanente il tavolo affinché possa affrontare in maniera globale il tema, delineando anche le possibilità di risparmio in altri settori per poter destinare le economie al settore dei farmaci innovativi”.

Come riportato dalla direttrice della clinica oncologica dell’ospedale regionale di Torrette, Rossana Berardi, i farmaci per pazienti oncologici, in particolare quelli innovativi, utilizzati ad esempio per l’immunoterapia possono arrivare a costare circa 6mila euro al mese per paziente. “La regione Marche può contare su circa 14 milioni di risorse nazionali trasferite in questo ambito – ha precisato Berardi –, ma è chiaro che è importante poter contare su un tavolo stabile perché si possano ottimizzare le risorse, ma anche per consentire una migliore previsione e programmazione, continuando a garantire la gratuità per i pazienti, oltre che un’omogeneità di condizioni e trattamento su tutto il territorio regionale. Al tavolo di oggi – ha aggiunto – abbiamo individuato le possibili aree di risparmio, ad esempio sui farmaci biosimilari per i quali è scaduto il brevetto, sia per quanto riguarda i farmaci oncologici sia per quelli non oncologici”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!