SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia e Valli Misa-Nevola – Lega su “Le Terre della Marca Senone”

“L’unione è solo un ‘vestito’ per mascherare la totale mancanza di strategia degli amministratori locali del Pd”

Assicurazioni Generali - Nuova sede a Senigallia - Polizza vita, lavora con noi
LEGA Coordinamento di Senigallia e Valli Misa-Nevola

Il PD di Senigallia non perde occasione per dimostrare la sua incapacità al silenzio. Probabilmente, si sente ‘accerchiato’ e così reagisce in modo confuso, irritato e scomposto verso chi, invece, denuncia, nel merito e nella forma, l’inutile scatola vuota dell’Unione della Marca Senone imposta dal Sindaco Mangialardi e dallo stesso PD ai Comuni delle Valli Misa-Nevola.

Lo dichiara, in una nota alla stampa, il Coordinamento comunale e delle Valli Misa-Nevola della Lega a proposito delle dichiarazioni del PD di Senigallia sulla recente nomina a Presidente della Provincia del Sindaco di Cupramontana.

Ma, per caso, è lo stesso PD– scrive la Lega – che quando in Regione, nel 2015, fu eletto consigliere regionale, con delega alla sanità, il dottor Fabrizio Volpini, in ragione della sorte del nostro Ospedale e dei servizi sanitari di questo territorio, disse ai cittadini di questo territorio che avremmo sistemato i tanti problemi sanitari irrisolti da decenni? Sono davvero esilaranti!

“Il PD, invece, farebbe bene a tacere! L’operazione dell’Unione – scrive ancora la Lega – rimane solamente un’operazione burocratica e di partito, e la nota stampa del PD senigalliese lo certifica chiaramente. Il partito di Renzi, della Boschi, di Martina, di Gentiloni e di Zingaretti si congratula con il nuovo ‘amministratore delegato’ della provincia di Ancona, Cerioni, nominato con i soli voti del PD provinciale, e assicura che la provincia avrà un occhio di riguardo e darà una corsia preferenziale a Senigallia e al suo comprensorio vallivo! Senza tenere conto, però, che prima di lui, la ormai ex Presidente Serrani, Sindaco di Montemarciano, disse la stessa cosa, ma nulla è cambiato per il nostro territorio! Eppure Montemarciano confina con Senigallia!

La verità è che la nomina di Cerioni, quale esponente del PD in Provincia, non rafforza affatto le ragioni dell’esistenza dell’Unione della Marca Senone, bensì mortifica ancor di più i Comuni vallivi, che sono stati costretti a farne parte. Perché se la Provincia penserà davvero al futuro di Senigallia e dei Comuni di questo comprensorio, ciò significa che non ci sarà alcuna necessità di mantenere l’Unione e, quindi, meglio sarà scioglierla, evitando così di creare ‘doppioni’ o enti sovracomunali inutili, o ‘appendici’ superflue del PD. Ovviamente, ai ‘nipoti di Stalin’ tutto questo non interessa, e Cerioni non farà niente perché il PD vuole entrambi, sia l’Unione della Marca Senone, per schiacciare e legare in una morsa mortale i piccoli Comuni, che la Provincia per rivendicare il ruolo politico in questa provincia marchigiana. Solo così ha l’opportunità di tenere le mani su questo territorio e il controllo esclusivo delle volontà istituzionali dei Comuni. L’unione è solo un ‘vestito’ vuoto per mascherare la mancanza di strategia e obiettivi.”

La Lega, invece, andrà in ogni piazza di ciascun Comune dell’Unione della Marca Senone – conclude la nota del partito di Matteo Salvini – insieme ai comitati e a tanti cittadini per dire la verità su questa operazione, che ha portato alla costituzione dell’Unione, spiegando a tutti come sia stato perpetrato l’ennesimo inganno ai danni delle comunità del comprensorio.”

 

da
LEGA

Coordinamento di Senigallia e Valli Misa-Nevola

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura