SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Porto illegale d’arma e uso atto falso, Polizia denuncia 2 persone a Senigallia

Oltre 50 veicoli controllati dagli agenti nella notte

2.185 Letture
commenti
La Notte degli Sprevengoli 2018 - Ostra - 26 27 28 ottobre
Arma sequestrata

Nell’ambito dei servizi di controllo per il contrasto dei reati contro il patrimonio, svolti in orario notturno dal personale del Commissariato di P.S. di Senigallia, gli agenti hanno proceduto all’identificazione di oltre 70 persone ed al controllo di circa 50 veicoli.


In particolare, nel corso del servizio, nelle prime ore della notte tra martedì 16 e mercoledì 17 ottobre, gli agenti procedevano al controllo di un’autovettura di grossa cilindrata con targa dell’est Europa, che transitava in prossimità della Stazione ferroviaria.

I poliziotti intimavano l’alt ed il conducente, J.Z. di 40 anni, veniva sottoposto a controllo risultando essere di origini georgiane ma con cittadinanza polacca.

L’uomo esibiva la documentazione richiesta e gli agenti, anche in relazione al comportamento tenuto dal soggetto, approfondivano l’accertamento trovando, nascosto all’interno del veicolo, un coltello della lunghezza complessiva di 20 cm.

Considerato che il soggetto non forniva giustificazioni circa il possesso di quell’oggetto – che è da considerarsi arma a tutti gli effetti – ed anche in considerazione delle modalità di occultamento all’interno del veicolo, i poliziotti procedevano al sequestro dell’oggetto ed al deferimento all’AG dell’uomo per il reato di porto illegale di arma.

Nel corso dei citati controlli, poi, gli agenti notavano un altro veicolo con targa dell’est Europa, circolare in modo sospetto e, pertanto, decidevano di effettuare un controllo.

Alla guida veniva trovata una donna italiana domiciliata a Senigallia, la quale esibiva i propri documenti d’identità e quelli del veicolo.

Nell’esaminare la documentazione relativa all’auto, i poliziotti notavano delle difformità sulla carta di circolazione rumena in particolare nella parte relativa alla revisione del veicolo.

Gli agenti dunque decidevano di approfondire il controllo ed accertavano che il veicolo fermato, difformemente da quanto indicato sulla carta di circolazione dove era applicato un bollino per la revisione, in realtà, non era stato mai sottoposto alla revisione periodica, nonostante fosse già stata sanzionato proprio per mancata revisione.

Gli agenti pertanto provvedevano ad elevare la sanzione amministrativa per la circolazione del veicolo con revisione scaduta, pari a circa 1.600 euro ed al contempo sequestravano la carta di circolazione, dove era applicato il bollino attestante l’avvenuta revisione, in quanto ritenuto falso e per questo sottoposto agli accertamenti tecnici presso il laboratorio di Polizia Scientifica.

La donna dunque veniva denunciata all’autorità giudiziaria per uso di atto falso.

Andrea Pongetti
Pubblicato Mercoledì 17 ottobre, 2018 
alle ore 16:14
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!