SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Car Multiservice - Gomme a prezzi shock - Centro servizi auto a Senigallia

Anche la Polizia di Senigallia impegnata ai giardini Morandi: avviate tre espulsioni

Gli agenti hanno rintracciato dei nigeriani irregolari. Controlli estesi anche all'area della stazione e della Rocca Roveresca

2.365 Letture
Un commento
Controlli della Polizia nei pressi della stazione di Senigallia

I molteplici arresti e le denunce connesse ad episodi di spaccio di stupefacenti effettuati dagli agenti di recente e gli episodi di aggressione accaduti ai Giardini Morandi – di seguito ai quali sono stati denunciati due pregiudicati nigeriani – sono stati il presupposto per un intervento ancor più deciso da parte del personale del Commissariato di Polizia di Senigallia.

Negli ultimi giorni, gli agenti hanno sistematicamente presidiato l’area verde dietro la stazione ferroviaria, controllando decine di persone sia fra soggetti con precedenti per spaccio di stupefacenti che fra i potenziali acquirenti.

Per tale attività di contrasto sono stati impiegati anche gli agenti del Reparto Prevenzione Crimine di Perugia ed i cani delle Unità Cinofile che hanno passato a setaccio, durante le diverse ore delle giornata, tutta l’area dei Giardini Morandi, nonché le aree circostanti e l’area della stazione ferroviaria.

Nel corso di tale attività gli agenti, in prima battuta, dopo aver controllato i soggetti extracomunitari presenti in zona, hanno verificato che per uno di essi, A.E. nigeriano di 25 anni, risultavano delle irregolarità circa la presenza sul territorio nazionale.

In particolare, l’uomo risultava avere un permesso per asilo politico ormai scaduto da alcuni mesi. Il soggetto, dunque, veniva condotto in Commissariato per gli ulteriori accertamenti che confermavano l’assenza dei requisiti per la permanenza.

Per tale motivo gli agenti gli hanno notificato il provvedimento di espulsione dal territorio nazionale e hanno proceduto all’accompagnamento presso un Centro di identificazione al fine di procedere al rimpatrio in Nigeria.

Controlli della Polizia ai giardini Morandi di SenigalliaIn occasione delle stesse operazioni di controllo, è stato rintracciato un altro soggetto, J.P., nigeriano, il quale, in seguito a una verifica degli agenti, è risultato in possesso di permesso di soggiorno ma a carico del quale emergevano tutta una serie di pregiudizi sia in materia di stupefacenti che di reati contro la persona. Per tali motivi gli uomini del Commissariato di Polizia di Senigallia hanno avviato le procedure per la revoca del permesso di soggiorno e conseguente espulsione dell’uomo.

Nel corso di una successiva attività nei pressi dei Giardini Morandi, gli agenti hanno perseverato in operazioni ulteriori controlli rintracciando la presenza del soggetto, di origine nigeriana, che nei giorni scorsi, dapprima, era stato tratto in arresto perché trovato in possesso di un significativo quantitativo di marijuana, destinato allo spaccio, e, successivamente, veniva individuato quale autore, insieme ad un altro connazionale, di una violenta aggressione a carico di due pakistani e per questo denunciato per lesioni gravi. L’uomo è risultato privo di titolo per la permanenza sul territorio nazionale e per questo è stato anch’egli condotto in Commissariato per gli accertamenti che hanno confermato l’assenza dei requisiti.

Pertanto al soggetto è stato notificato il decreto di espulsione e relativo Ordine del Questore finalizzato all’allontanamento del territorio nazionale.

Tale serrata attività di controllo nelle aree circostanti ai Giardini Morandi, nei prossimi giorni, verranno estese anche ad altre aree della città, come i Giardini della Rocca, dove con una certa frequenza è stato richiesto l’intervento delle forze dell’ordine per presenze di soggetti molesti o dediti allo spaccio; e ciò con il principale obiettivo di assicurare la sicurezza pubblica della cittadinanza .

Commenti
Solo un commento
gabriele 2018-10-14 12:16:53
Tocca aver paura a passeggiare ai giardini Morandi...
La cosa triste é che sia diventata la normalità: luogo che doveva essere destinato ai bambini, alle persone in cerca di tranquillità, invece completamente in mano ai delinquenti e spacciatori.
Ovviamente la colpa non é di nessuno. Vero???
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura