SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Vivaio Piantaviva Senigallia - Piante e fiori, creazione del verde, addobbi floreali

“Un nuovo centro commerciale dentro lo stadio di Senigallia, che follia”

Fratelli d'Italia: "l'idea c'è da tempo, le associazioni di categoria sono contrarie: lo faranno?"

7.346 Letture
commenti
Progetto centro commerciale al Bianchelli

Nuovo supermercato in centro, ad annunciarlo alle Associazioni di Categoria è stato l’Assessore Campanile qualche settimana fa.

Il collega Assessore Enzo Monachesi ha criticato la mossa di Campanile definendola “inopportuna” e dichiarando pubblicamente che: “A oggi se ne sta solo parlando e non c’è un progetto pronto, quando ci sarà qualcosa di più concreto se ne potrà discutere, ora mi sembra prematuro”.

Altro che prematuro, il progetto c’è e anche da diverso tempo. E lo possiamo dimostrare perché fu proprio Fratelli d’Italia il 2 marzo del 2017 a parlarne e a pubblicare la piantina del progetto depositata in Comune e che “qualcuno” ci diede e che alleghiamo a questo Comunicato Stampa. Un progetto nato e voluto da “qualcuno” che per adesso non menzioniamo.

Oltre al supermercato ci sono anche i parcheggi sotterranei e nelle voci di corridoio che girano in Comune c’è anche quella che quel “qualcuno” che vuole il supermercato, abbia “aiutato” il Comune nel rifare il manto erboso dello stadio.

L’Assessore Monachesi ha quindi “bleffato” con la sua dichiarazione, come sempre fanno i nostri amministratori. Al di là della solita politica “clownesca” di questi personaggi, già a marzo del 2017 scrivemmo che sarebbe stata una “follia” l’ennesimo supermercato a Senigallia, e per giunta in pieno centro, e oggi lo ribadiamo con forza e ne spieghiamo le ragioni.

A dispetto di tutti gli indicatori economici che sottolineano come il piccolo commercio sia ancora l’ultimo vagone del treno, molto lento, della ripresa, come al solito i Comuni pensano di risolvere tutti i problemi autorizzando nuovi centri commerciali e supermercati. Fratelli d’Italia crede che sia il momento di invertire questa tendenza! E’ veramente incredibile la facilità con cui si autorizzano queste megastrutture senza minimamente porsi il problema delle conseguenze per i commercianti tradizionali.

Senigallia non è certo a corto di supermercati, quindi proprio non vediamo la necessità di farne nascere un altro. Poi ci si stupisce se il nostro centro storico soffre a livello commerciale. Non ci sono incentivi né tanto meno politiche che possano valorizzare le botteghe tradizionali, ma anzi si fa di tutto per farle morire.

E non regge la questione dei nuovi posti di lavori con l’apertura di queste mega strutture. Chiediamo ai lavoratori dei supermercati come sono i loro contratti, la qualità del lavoro, gli orari. Nessuno poi considera che un posto in più nella grande distribuzione, nel caso di chiusura di una attività tradizionale, ne fa perdere tre o quattro, e siccome per noi la matematica non è un’opinione, eccone dimostrato il danno. Tutto questo però non conta, perché il futuro sono i megastore aperti 24 ore su 24. Poco importa se la gente non ha i soldi per fare la spesa più di una volta a settimana se non oltre.

Fratelli d’Italia è quindi contraria al proliferare dei supermercati a Senigallia, specialmente in centro storico, e ci auguriamo che l’Amministrazione comunale ripensi al progetto, magari consultandosi con le Associazioni di Categoria che già hanno espresso, giustamente per noi, la loro contrarietà, e si metta davvero ad analizzare, con serietà e competenza, quali siano le soluzioni migliori per il tessuto commerciale locale del centro storico, per una sua vera valorizzazione e soprattutto per un rilancio.

Lo faranno? Ai posteri l’ardua sentenza.

Da

Marcello Liverani – Fratelli d’Italia

Commenti
Ci sono 3 commenti
giulio
giulio 2018-10-12 11:35:27
Questi chiudono gli asili per farci edilizia residenziale (via delle mimose). Cosa vuoi che gliene importi di fare un supermercato vicino allo stadio?
Glauco G. 2018-10-12 12:07:39
Sono contrario a questa cosa per moltissime ragioni (anche sul fatto che non ci possiamo permettere di togliere parcheggi in città...ma se proprio dovrà esser fatto, allora prevediamo un lavoro dove anche il comune (e quindi anche noi cittadini) dovrà guadagnarci..... la cosa che mi viene in mente è quella di vincolare la struttura ad altezze compatibili con lo stadio..questo perchè, non sarebbe male prevedere una strutura integrata con lo stadio (il tetto della stuttura potrà magari diventare la curva dello stadio)...so bene che lo stadio non ha bisogno di una curva ma integrare la cosa (magari per un futuro migliore a livello sportivo) non sarebbe male....e poi..ovviamente non è un discorso solo di curva ma di manutenzione complessiva dello stadio..chi costruirà....dovrà costrurire la curva e tenere presnete che i ricavi della struttura (a livellco comunale) dovranno essere impegnati per la manutenzione dello stadio.... ok ok è una cosa fuori ogni logica ma proviamo a ricavarci qualcosa di buono altrimenti so già come finirà..parlermo..litighermo ma tutto si farà e a guadagnarci saranno solo i privati o le cooperative...ovviamente...tutto il mio discorso è basato sullo stadio quindi ..se domani lo stadio verrà abbattuto...tutto decade.
francesco. 2018-10-12 13:08:18
Monachesi...chi???!!!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura