SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Ristorante Pulcinella - Cucina di mare - Keep calm and pausa pranzo, menù Mari e Monti - Senigallia

Anno scolastico pronto al via: 4200 gli iscritti alle scuole dell’obbligo di Senigallia

Leggero calo rispetto allo scorso anno, le scuole dell'infanzia perdono una sezione. Sostanzialmente invariati gli stranieri

1.408 Letture
commenti
Inizio scuola 2018-2019

Riprendono lunedì 17 settembre anche a Senigallia, come in tutte le Marche, le lezioni nelle scuole.


L’occasione ha fornito al vice-sindaco Memè, all’assessore all’istruzione Simonetta Bucari e ai dirigenti scolastici degli istituti comprensivi senigalliesi (Fulvia Principi per il Senigallia Nord Giacomelli, Anna Scimone per il Senigallia Centro Fagnani, Adriana Siena per la Senigallia Sud Belardi e Patrizia D’Ambrosio per la Marchetti, oltre a Don Gesualdo Purziani per la rinnovata scuola paritaria San Vincenzo) per fare il punto della situazione sull’anno scolastico in partenza.

Gesualdo PurzianiCala leggermente il numero degli iscritti delle scuole dell’obbligo, che nel 2018-2019 saranno 4.200 contro i 4.267 dello scorso anno, diminuzione originata dal calo delle scuole dell’infanzia statali, che passano da 976 a 922 alunni.

Sostanzialmente invariato il numero degli studenti stranieri: sono 366, contro i 359 dello scorso anno, ma quattro anni fa erano 371: una percentuale pari all’ 8.8%, con gli albanesi a rappresentare la nazionalità più numerosa (66).

Adriana Siena, Patrizia D'Ambrosio, Anna Scimone e Fulvia Principi: dirigenti scolasticheConfermato in tutti e quattro gli istituti il tempo pieno, mentre il tempo prolungato, sostituito dal tempo pieno formalmente riconosciuto, rimane soltanto a Sant’Angelo.

Il Comune non segnala situazioni di sovraffollamento delle classi, e riconferma – come sottolinea l’assessore Simonetta Bucari – “i servizi di trasporto scolastico, refezione (con i 2 centri cottura della Pascoli e del Borgo Catena), di integrazione scolastica per alunni disabili ed extracomunitari (in 117 ne hanno usufruito nel 2017-2018) e gli interventi per la fornitura gratuita o semigratuita dei libri per gli studenti”.

Il vice-sindaco Maurizio Memè tiene a ribadire il ruolo cardine della scuola, “non solo nell’educazione, ma pure nel contrastare un uso smodato delle nuove tecnologie, che finisce con isolare il giovane, anziché spingerlo a rapportarsi agli altri: si tratta di mezzi importanti ma che vanno utilizzati all’età giusta e con gli strumenti opportuni”.

L’anno scolastico terminerà l’8 giugno 2019 (il 28 nella scuola dell’infanzia).

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura