SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Sanità e ospedale di Senigallia: “rassicurazioni importanti, anche se rimangono criticità”

Cgil, Cisl e Uil dopo l'incontro con Comune, Regione e Ara Vasta: "buone notizie per Utic, Gastroenterologia e Tac". Arrivata la Risonanza Magnetica

1.749 Letture
commenti
La Senigalliese - Pratiche auto, passaggi, immatricolazioni, bolli - Senigallia

Sanità senigalliese, sindacati soddisfatti delle rassicurazioni ricevute, anche se permangono alcune gravi criticità.


Il 28 agosto le rappresentanze locali di Cgil, Cisl e Uil hanno avuto un incontro col sindaco Maurizio Mangialardi, l’assessore Carlo Girolametti, il presidente della commissione regionale sanità Fabrizio Volpini e il direttore di Area Vasta 2 Maurizio Bevilacqua.

Al centro dell’incontro, il futuro dell’ospedale di Senigallia e in generale della sanità senigalliese.

“Rispetto agli incontri precedenti si sono fatti dei passi in avanti. Nel colloquio si è fatta chiarezza sugli interventi in fase di realizzazione – sottolinea Sergio Piermattei (Cisl) – Per quanto riguarda una problematica molto dibattuta, l’Utic di Cardiologia, si tornerà all’idea iniziale, fortemente sollecitata dai sindacati, che prevede un’assegnazione unica nell’area Vasta con posti letti previsti in tutti e tre gli ospedali (Fabriano, Jesi, Senigallia). Quindi l’unità complessa di Cardiologia è stata equiparata allo stesso livello degli ospedali di Jesi e Fabriano, con operatività 24 su 24″.

Risonanza magneticaGarantiti poi ai sindacati l’assunzione a tempo indeterminato di due medici per Gastroenterologia, la disponibilità a breve della nuova Risonanza Magnetica, già arrivata (foto), l’acquisto di due nuove Tac, una per il Pronto Soccorso e l’altra per Radiologia in sostituzione della vecchia, anche se in questo caso “non ci sono stati comunicati i tempi previsti”.

“Particolarmente importanti – sottolineano Cgil, Cisl e Uil – i 20 posti letto assegnati all’Opera Pia Mastai Ferretti per malati di demenza e Alzheimer e i 20 posti nei nuovi padiglioni dell’ex Irab per le cure intermedie rivolte ad anziani, primo e per ora unico caso nelle Marche”.

“Monitoreremo il rispetto degli impegni presi – aggiungono i sindacati – anche se rimangono alcune importanti criticità che ci obbligano a proseguire il confronto con gli enti preposti”.

“In particolare – evidenzia Mohammed El Hasani (Cgil) – sulle liste d’attesa non abbiamo avuto risposte”, mentre il collega Giordano Mancinelli (Cgil Pensionati), sottolinea “la necessità di una tempestiva emissione dei bandi di concorso per i dipendenti. Nell’ospedale rimane il problema degli organici: vanno banditi i concorsi, in particolare per la sostituzione dei primari in pensionamento”.

Commenti
Ci sono 2 commenti
Franco Giannini
Franco Giannini 2018-09-04 18:22:11
E te pareva che non fossero soddisfatti... loro ( i sindacati) del resto lo sono sempre, perché si nutrono di promesse. Liste di attesa, assunzioni, laboratorio analisi sono ugualmente contenti anche se non hanno avuto risposte... del resto chi si accontenta gode !!
octagon 2018-09-04 20:33:01
Delle rassicurazioni, sapete cosa dovete farci? M'avete letto il pensiero!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!