SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“La Risonanza Mobile non è certamente pronta ad accogliere i pazienti”

"I cittadini debbono sapere che questa storia iniziata male 6 anni fa sta andando ancora peggio"

Farmacia estiva Manocchi Carloni - Lungomare di Senigallia
Il Comitato Cittadino a difesa dell'Ospedale

Bevilacqua, direttore del nostro Ospedale oltre che di Jesi e Fabriano dove staziona frequentemente e inaugura a tutto spiano reparti e servizi, una mensa megagalattica, stanzia fondi per il nuovo Pronto Soccorso, 1 milione e 200 mila euro ecc, risponde in merito al presunto, per lui, guasto della risonanza mobile installata e funzionante solo per due giorni alla settimana e esclusivamente per i pazienti ricoverati.

Il costo è di 4225 euro al giorno per un totale di circa 135 mila euro a carico completamente della comunità, sia che funzioni o che non funzioni…e io pago!

I cittadininon ricoverati che necessitano di questo esame si devono invece arrangiare, come da diversi anni a questa parte, andando fuori regione o presso altre strutture private. Ci pare giusto, no??

Dice,”Nessun guasto alla risonanza magnetica mobile”. Nel precedente comunicato diceva “E’ pronta per entrare in funzione e dopo i test di martedì prossimo la risonanza magnetica mobile in dotazione all’ospedale di Senigallia è pronta ad accogliere i primi pazienti”.

Ne una cosa ne l’altra!!… il carrozzone ancora è li, fermo al palo !!
I cittadini debbono sapere che questa storia iniziata male 6 anni fa sta andando ancora peggio

La morale delle favola è questa: la Risonanza Mobile, rotta o ferma al palo o guasta, non è certamente pronta ad accogliere i pazienti come affermato tranquillamente da Bevilacqua. Infatti allo stato attuale la macchina è ferma (siamo d’accordo almeno su questo Direttore?? O lo vuole contestare??) ed è in attesa di intervento che perlomeno fino al 20 / 21 agosto non avverrà se non si presenterà nessun tecnico per verificare la funzionalità del macchinario, che rimane quindi inutilizzato, dopo sole due sedute di lavoro.
Inoltre i pazienti già prenotati per l’esame di Risonanza il 13 e il 14 Agosto torneranno a Jesi, grazie solo alla disponibilità del Carlo Urbani ad accogliere ancora una volta i pazienti del nosocomio senigalliese.
E’ questa la finalità: farci diventare una succursale di Jesi? Ci dica siamo tutt’orecchi!!

Si, perché il Carlo Urbani ha 2 risonanze magnetiche e di ultima generazione !! Chiaro, Volpini, Mangialadi e Bevilacqua??

Vogliamo infine parlare del disagio e dei danni anche professionali causato agli operatori che devono far fronte a questi disservizi nonostante la loro competenza e buona volontà sia sotto gli occhi di tutti?? I senigalliesi li conoscono e li apprezzano e se ancora sopportano questa malasanità è solo per rispetto alla loro persona.

Ma a tutto c’è un limite, anche per i proclami falsamente tranquillizzanti che vengono pubblicati, e questa che abbiamo raccontato è solo la punta dell’iceberg di mala gestione sanitaria all’interno del nostro Ospedale.

Noi abbiano chiesto un incontro pubblico con Maarini, volpini e Bevilacqua a Mangialardi il 4 giugno. Ancora restiamo in attesa, e troppo dovremmo aspettare.

da Comitato a difesa dell’ospedale

Commenti
Ci sono 3 commenti
romolo
romolo 2018-08-13 11:00:01
I nvece di parlare tanto , se avete davvero a cuore le sorti del nostro nosocomio, perche non vi rivolgete alla magistratura ?
Franco Giannini
Franco Giannini 2018-08-13 11:04:27
Il problema è uno solo, oltre quello dell'incompetenza e del menefreghismo dirigenziale su cui stendiamo un velo pietoso, quello della superficialità e del disinteresse della gran parte della cittadinanza senigagliese. Non certo per cattiveria, ma per apatia mentale
In % quanti saranno i cittadini che concretamente avranno bisogno della Risonanza ?" E non mi si dica che la situazione catastrofica dell'Ospedale cittadino non abbia avuto rilevanza a livello d'informazione ! Il perché di questo comportamento? : credo che sia nel menefreghismo egoistico per questa situazione, supportato dal pensiero che "Proprio io ne avrò bisogno, ma me fai fa i scongiuri". La prova di questo? Basta leggere i commenti sul bollettino ufficiale che oggi sono le pagine di FB dove chi commenta è gente "toccata" personalmente o dai suoi famigliari, dai disservizi che tutti conosciamo. Ma fino a che non gli cade addosso, altri sono gli argomenti prioritari (che ce ne sono, ma che spesso sono ugualmente dimenticati).
Franco Giannini
Franco Giannini 2018-08-13 14:52:54
Preceduto!!!... ecco come la pensa l'italiano medio (e Senigallia purtroppo è in Italia!) "va avanti te, che a me me vié da ride). Ed intanto quelli che invece se la ridono sono "Loro", ripagando così la nostra stupidità. Ma ce lo meritiamo !!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!