SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Biondi Abbigliamento - Saldi 2018 dal 30% al 50% - Castelleone di Suasa (AN)

L’arrosto misto della tradizione, interpretato dallo chef Matteo Fava

Un grande classico da preparare "come si faceva una volta" e da proporre come secondo piatto sulla vostra tavola

L'arrosto misto della tradizione - ricetta di Matteo Fava

Nuovo appuntamento in cucina con Senigallia Notizie, ancora una volta insieme allo chef Matteo Fava, che ci concede gentilmente la pubblicazione di una serie piatti con la sua firma e i suoi consigli di preparazione, con i quali anche voi lettori potrete cimentarvi, provando a cucinarli e servirli in tavola, per stupire e far leccare i baffi ai vostri ospiti.

Matteo Fava nato a Chiaravalle l’8 agosto 1986, diplomato all’istituto alberghiero di Senigallia, dopo qualche esperienza in alcune aziende della ristorazione, da 14 anni lavora al ristorante da Seta, fino a diventarne lo chef.

L’arrosto misto della tradizione

Matteo FavaIngredienti per 10 persone
N.1 oca
N.1 coniglio
N.1 quaglia
N.1 pollo
N. 10 spicchi d’Aglio
Rosmarino
1kg lardo
100g pancetta
100g carne mista macinata
20g parmigiano
Noce moscata
N1 tuorlo d’uovo
100g cotiche
N.3 limoni
Finocchio
Sale
Pepe
Vino bianco
Olio d’oliva
1kg patate

Procedimento
Andare ad eviscerare e lavare bene gli animali sotto l’acqua. Condire oca e pollo con sale pepe e olio e massaggiare bene. Mettere all’interno lardo, limone, aglio e rosmarino; chiudere con lo spago e appoggiare il tutto su una teglia.

Prendere la carne tritata e aggiungere sale, pepe, tuorlo d’uovo, parmigiano, noce moscata e amalgamare il tutto, con questa farcia riempire la quaglia. Poi sbollentare le cotiche, tagliarle a striscioline e condire con sale, pepe, olio, finocchio e pancetta e andare a farcire il coniglio.

Mettere tutto in forno ad una temperatura di 180 gradi. Ora far raffreddare gli animali e con il grasso che si è andato a creare in cottura cuocere le patate tagliate a spicchi aggiungendo l’olio di cottura, aglio, sale, pepe, rosmarino e le infornare a 180 gradi per 45 minuti circa.

Ora non resta che spezzare gli animali, rigenerare tutto al forno e impiantare.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura