SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Onoranze Funebri F.lli Costantini

Schiuma sulla battigia: “fenomeno naturale che denota la qualità delle nostre acque”

Monachesi: "Evento naturale collegabile alle burrasche di questi giorni" -FOTO

3.909 Letture
commenti
Schiuma sulla battigia: "fenomeno naturale che denota la qualità delle nostre acque"

Nella giornata del 27 giugno ci sono pervenute in redazione diverse segnalazioni per la presenza di schiuma in diversi tratti del litorale della Spiaggia di Velluto. In molti si sono chiesti quale fosse la causa temendo che il fenomeno fosse correlato a qualche anomalia che potesse compromettere la balneazione o la qualità delle nostre acque.

Nessuna allerta o preoccupazione: il materiale organico schiumoso  sarebbe la diretta conseguenza delle mareggiate di questiSchiuma sulla battigia: "fenomeno naturale che denota la qualità delle nostre acque" giorni e dei rimescolamenti che, per effetto colloidale, formano la schiuma bianca che si deposita sulla battigia.

A confermare questa tesi anche il biologo marino Giulio Pellini che lavora per l’istituto “Mare e ricerca” di Ancona: “E’ presumibile che si tratti di un fenomeno naturale: queste schiume si formano quando il materiale organico dissolto nell’acqua viene sottoposto a sollecitazioni ‘violente’ come quelle correlate al moto ondoso di questi giorni. Certo, per avere la certezza bisognerebbe analizzare dei campioni di materiale”.

Schiuma sulla battigia: "fenomeno naturale che denota la qualità delle nostre acque"A confermare quanto detto anche l’Assessore Enzo Monachesi: “Si tratta di un fenomeno del tutto naturale e soprattutto positivo perché denota l’ossigenazione del nostro mare e la qualità delle acque”. Niente di preoccupante dunque.

Commenti
Ci sono 3 commenti
frulla_48
frulla_48 2018-06-27 21:55:47
È presumibile.per il biologo, ma se lo conferma l'assessore Monachesi allora stiamo tranquilli
frulla_48
frulla_48 2018-06-27 22:02:21
...detto da cotanta scienza
ugo69 2018-06-28 12:20:01
E comunque il biologo marino ha detto che, per essere certi, si dovrebbe eseguire un campionamento ed un'analisi della schiuma per essere sicuri che non sia nulla di pericoloso. La schiuma inoltre potrebbe essere anche dovuta a tensioattivi dispersi nelle acque.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!