SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Noir@Blanc - Delizie al tartufo, bomboniere gastronomiche - Marzocca di Senigallia

“Cari ladri… Grazie. Ci avete insegnato ciò che non vorremo mai essere: voi”

Lettera aperta degli studenti della Marchetti di Senigallia dopo i recenti furti nelle scuole

5.507 Letture
commenti
Scuola Marchetti

Dopo gli ultimi casi di furti nelle scuole di Senigallia, alcuni studenti della Marchetti hanno deciso di prendere carta e penna, o meglio schermo e tastiera, e scrivere una “lettera aperta ai rapinatori”, per dire loro di cosa sono stati privati gli allievi delle scuole di Senigallia e per far capire ai malviventi quale grande lezione hanno impartito ai ragazzi.

“Cari”……ladri,
pensiamo che vi rendiate conto del disagio che ci avete arrecato.

Ci avete privato del nostro lavoro.
Voi non ci avete preso solo dei computer, avete preso il nostro lavoro, il lavoro di ben sei mesi di impegno di più di 350 studenti.
Tuttavia, contro ogni aspettativa, noi alunni della classe 3 C della scuola Marchetti di Senigallia, vi ringraziamo.

Noi, vostre vittime, vi ringraziamo.
Vi ringraziamo perché quella di oggi è stata una lezione di vita, che ci rimarrà per sempre.
Oggi, 9 marzo 2018, abbiamo imparato chi non vorremo mai essere in futuro: voi.

Non ci approprieremo mai di beni altrui solo per i nostri scopi.
Non faremo mai un torto a dei ragazzi che non ci hanno fatto nulla.
Non ci permetteremmo mai di ostacolare un istituto pubblico, che cerca di costruire un futuro a dei ragazzi che rappresentano il futuro di tutti.

Ci hanno sempre detto che le azioni rivelano le persone e ci dispiace per voi, poiché per essere capaci di compiere queste azioni così cattive, dovete essere molto tristi.
Ma ricordate che dovreste aspirare ad una felicità prolungata e non crediamo che i nostri computer possano darvela.

Un computer è soltanto materiale, è sostituibile e vogliamo farvi notare che se la felicità consistesse in un computer, faremmo tutti i salti di gioia.
Vi auguriamo di fare pace con i vostri sentimenti e con il senso di colpa.

Scuola G. Marchetti, Senigallia

Commenti
Ci sono 2 commenti
giulio
giulio 2018-03-12 12:53:53
Va bene la lettera dei ragazzi, tuttavia sono gli adulti a dover custodire e vigilare sulle preziose attrezzature. Mi dispiace, ma non riesco a credere che un'istituto organizzato, molto numeroso al suo interno, non abbia predisposto tutti gli accorgimenti per salvaguardare l'attrezzatura.
Ve l'hanno mai detto che in giro circolano i ladri? Ah, già non ci avevo pensato; quando la "roba" è pubblica è di tutti e di nessuno. E nessuno, di conseguenza, sarà responsabile di niente. Neanche di questo furto.
octagon 2018-03-13 07:33:44
perchè poi non salvare tutto il lavoro su un server, nelle aule basta un pc o portatile di piccola potenza di poco valore economico!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura