SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Come trasformare il vostro arredamento con un tavolino da salotto

La forma, il materiale, lo stile: quante varianti per il design di questo complemento di arredo

Tavolini da salotto

Il vero cuore pulsante di ogni casa è il salotto: in questa stanza spesso passiamo gran parte del nostro tempo libero, leggiamo un libro, guardiamo una serie Tv, accogliamo ospiti ed amici, sorseggiamo una tazza di thè e via discorrendo; l’elenco delle piccole ma grandi azioni che consumiamo in questo spazio sarebbe lunghissimo.

Se il Re indiscusso di questa stanza rimane il divano, il titolo di principe spetta di diritto al tavolino da salotto: un mobile che, se scelto con la dovuta cura, può aumentare esponenzialmente il confort dei vostri momenti e allo stesso tempo arredare la casa diventando l’accento che evidenzia il vostro stile e la vostra personalità.

Oggi vogliamo cercare di aiutarvi a scegliere il pezzo più adatto alle vostre esigenze e guidarvi nel pressoché infinito ventaglio di possibilità: ne volete un assaggio? Provate a fare un giro su tavolini su LoveTheSign.com ; potrete vedere con i vostri occhi quante declinazioni può avere questo semplice suppellettile: forma, colore, materiali, dimensioni e anche funzionalità ‘aggiuntive’ fanno si che ogni pezzo sia estremamente diverso da un altro.

Domandiamoci prima di tutto cosa chiediamo a questo insostituibile compagno di design: appoggiare libri, giornali, tazze di caffè, occhiali oppure deve diventare una vera e propria postazione da lavoro (appoggia PC) magari a scomparsa o, ancora, deve essere il piano dove appoggiare e coltivare il nostro hobby preferito (modellismo, collezione di francobolli e così via).

Ecco allora un piccolo vademecum su come orientarsi in questo universo del design. Partiamo dalla forma; rotondi, quadrati, rettangolari, ovali, ellittici o anche con forme irregolari, di base non esiste un solo tavolo giusto; molto dipenderà da che stile volete che abbia la vostra casa.

Una regola base può essere che, in una stanza rettangolare, sia buona cosa mettere un tavolino rettangolare ma si sa, le regole sono fatte per essere infrante. Discorso analogo se si ha un tappetto: con un tappeto quadrato potresti optare per un tavolino di forma quadrata per rendere l’ambiente più armonioso. Se volete invece che il vostro tavolino diventi l’attrattiva della stanza sbizzarritevi con soluzioni originali e forme irregolari.
E per il materiale? Sceglietelo prestando attenzione alla consistenza degli oggetti già presenti negli arredi della casa: legno, vetro, metallo o plastica, o ancora pietra, pelle o laminato.

I materiali naturali (legno o pietra) in generale saranno l’ideale in una casa in stile classico o rustico, mentre il metallo dona un tocco moderno ed industriale, il laccato strizza l’occhio al moderno ma non per questo non potete osare di introdurlo anche in altri ambienti. Insomma, divertitevi a personalizzare la vostra abitazione con il tavolino che più si avvicina al vostro modo di essere, ma sceglietelo con cura: è pur sempre il principe del salotto.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura