SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Cinque cose da vedere durante il vostro soggiorno a Bolzano

La città perfetta per una breve vacanza tra bellissime montagne

Bolzano

Bolzano, fiore all’occhiello dell’Alto-Adige, è una città perfetta per trascorrere una breve vacanza ai piedi di alcune delle montagne più belle del mondo.

Capoluogo ordinato, tranquillo e silenzioso, presenta un’architettura urbana molto interessante, ma allo stesso tempo si colloca in posizione strategica per raggiunge numerose attrattive di origine naturale. Se avete prenotato un hotel a Bolzano su portali come Expedia.it e volete iniziare la pianificazione del vostro itinerario, ecco cinque punti di interesse che davvero non potete perdervi.

Cominciamo dal duomo di Bolzano, che domina piazza Walther dal lontano 1420. Notate la copertura verde e oro, che certo non passa inosservata, la torre del campanile appena successiva (fu aggiunta nel 1517) e infine, all’interno, l’altare in marmo policromo. La seconda piazza principale di Bolzano, invece, si chiama delle Erbe: da circa ottocento anni ospita il mercato della frutta e verdura, che è possibile visitare in tutti i giorni feriali. Raggiungetela per osservare i famosi portici, per comprare qualche prodotto tipico e fotografare la bellissima fontana del Nettuno, realizzata in bronzo dallo scultore G. Mayr di Fiè nel 1725. Questa è anche la zona ideale per consumare un delizioso pasto a base delle più celebri pietanze altoatesine, come i Brezel o i Knödel.

Una volta sazi passeggiate fino al Museo Archeologico dell’Alto Adige, che si trova in pieno centro storico (l’indirizzo preciso è via Museo 43). Inaugurato nel 1998, attira visitatori da tutto il mondo principalmente per via di Ötzi, anche noto come Uomo del Similaun, una mummia che visse da queste parti circa 4000 anni fa, rinvenuta in un eccezionale stato di conservazione per via dei ghiacci e della neve che l’hanno ricoperta nel corso dei millenni (a questo link potete acquistare i biglietti per l’esposizione). Usciti dal museo, onorate Ötzi facendo un brindisi al quartiere Rencio, l’aria vinicola di Bolzano, per via del noto vitigno Santa Maddalena, omonimo a una chiesa molto antica e che vi consigliamo di visitare. Le bellissime colline del Rencio, con i filari delle viti e i tipici masi, vi faranno sentire in pace con voi stessi. Infine, se avete voglia di fare una gita fuori porta, al mattino del vostro secondo giorno lasciate Bolzano in direzione del Lago di Carezza (Lec de Ergobando per i ladini): a circa 25 chilometri dal capoluogo, questo bacino naturale immerso in una foresta di abeti è notevole soprattutto per il colore smeraldino delle acque, in cui si riflettono gli alberi e le montagne circostanti!

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!