SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Michela Silvestrini della Lega Nord Senigallia si candida alla Camera

Ufficiale la candidatura per le elezioni politiche del 4 marzo

3.556 Letture
commenti
Car Multiservice - I chirurghi della tua auto - Centro servizi per auto a Senigallia
Michela Silvestrini

In vista delle prossime elezioni politiche nazionali, che si terranno il 4 marzo p.v., ogni partito ha presentato le proprie candidature.

La Lega di Senigallia, tramite il Consigliere comunale e coordinatore locale del gruppo politico, Davide Da Ros, ha il piacere di annunciare ai propri sostenitori e ai senigalliesi, che per il Collegio Proporzionale “Ancona – Pesaro” alla Camera, è stata candidata la Sig.ra Michela Silvestrini di Senigallia.

La Lega di Senigallia ha salutato con entusiasmo questa candidatura perché è una espressione del nostro territorio.

La Sig.ra Silvestrini è sempre stata impegnata sul territorio con le sue “battaglie” dialettiche sulla stampa e con azioni quali manifestazioni e dimostrazioni. La candidatura è un premio alla sua dedizione e impegno che ha profuso per lungo tempo.

Sarebbe bello poter avere nel Parlamento una persona che conosce molto bene sia i problemi locali che regionali, ma questo saranno gli elettori a deciderlo.

La Lega di Senigallia non può che essere felice di questa candidatura e fare alla Sig.ra Silvestrini un grande “In Bocca al Lupo”, oltre a darle tutto l’appoggio possibile che le servirà.

Commenti
Ci sono 2 commenti
Dirty Rotten Imbeciles
Dirty Rotten Imbeciles 2018-02-01 10:42:22
....vedendo i "click" sulla faccina arrabbiata, vorrei dire che e' molto meglio ci vada la Sig.ra Silvestrini sulla sedia a Roma, piuttosto che il "padrone del comune" (che per fortuna non ci andrà mai)

Forse ve lo siete gia' scordati, ma questa volta abbiamo rischiato grosso, sarebbe stato un bene per la nostra città (nuove elezioni ed un nuovo governo per la città) ma un male per la nostra povera patria !!!!

La Sig.ra Silvestrini, per quanto possa non piacervi, c'ha messo sempre la faccia, ha portato avanti sempre le proprie idee e quelle del suo Partito e per questo si e' presa insulti e minacce da quelle stesse persone che predicano la Pace, la Tolleranza (andando a fare interviste idiote, tornando poi nella loro casetta al caldo) e la Democrazia (quella a loro piu' conveniente)

Direi che il suo nome su quella lista se lo e' meritato e se riuscirà ad entrare a "palazzo" sarà un beneficio anche per la Città di Senigallia....

Ai detrattori che scriveranno (i soli celebro assenti) posso solo dire : Rosigate e muti
La Lega ed il Centrodestra vinceranno e voi muti....
E muti resterete anche quando vedrete entrare a "palazzo" quelli di CasaPound !!!
Vorrei tanto vedere le vostre facce !!!! Quanto le vorrei vedere !!!!

E quando l'Italia sarà migliore di come l'avete ridotta voi (PD / Comunisti / ANPI) non vi resterà che ringraziare quelli che per anni, avete osteggiato.....
fra77 2018-02-02 14:19:17
@DRI. Io invece vorrei vedere la tua faccia quando il 5 marzo nessuno potrà governare (a causa di una legge elettorale votata anche dalla lega) , vorrei anche vedere la tua faccia quando al governo ci sarà forza Italia col PD anche se il tuo partito avrà preso più voti di forza Italia.
Poi che siano altri ad aver ridotto male l'Italia mi viene da rotolarmi dalle risate.
È una semplice concausa da tutti quelli che hanno governato negli ultimi decenni.
Quanta memoria corta abbiamo in Italia.
Ora te la rinfresco un po' con quelle schifezze che ha votato la lega anni fa.
Leggi ad personam pro Berlusconi e affini votate dalla Lega Nord dal 1994 al 2013.

-Decreto Biondi (1994) via con la scarcerazione immediata di 2764
detenuti, 350 dei quali coinvolti in Tangentopoli

- Legge sulle rogatorie (2001) che danneggia la collaborazione giudiziaria internazionale

- Legge Frattini (2002), che mantiene di fatto inalterato il conflitto di interessi del premier

- Legge Cirami sul legittimo sospetto (2002): i giudici possono essere ricusati e i processi trasferiti soprattutto quando si tratta delle cause in cui sono imputati Berlusconi e Previti.

- Depenalizzazione del falso in bilancio (2002): Berlusconi si salva così dalle accuse sul processo All Iberian2, sul processo Sme e sul caso del calciatore Lentini

- Lodo Schifani (2003), per l'impunità delle alte cariche dello stato: consente la sospensione dei processi a carico di Berlusconi

- Condono fiscale (2003), condonati anche coloro che hanno "concorso a commettere i reati"

- Legge Gasparri (2004), tale legge sul riordino del sistema
radio-televisivo e delle comunicazioni consente a Mediaset una enorme crescita potenziale dei ricavi

- Decreto salva Rete 4 (2004), concede una proroga per continuare a far trasmettere Rete 4 in analogico, a danno di Europa 7, pur non avendo la concessione dal 1999;

- Condono edilizio alle aree protette (2004), inserisce le zone protette tra le aree condonabili e tra queste ci sono anche le aree di Villa Certosa di proprietà della famiglia Berlusconi;

- Legge salva-Previti - ex Cirielli(2005), provoca l'estinzione per prescrizione dei reati di corruzione in atti giudiziari e falso in bilancio nei processi "Diritti tv Mediaset" e "Mills". Per colpa di questa legge a novembre è stata annullata la sentenza Eternit sulle morti d'amianto. Un altro macigno sulla coscienza politica della Lega Nord e di chi votò quella norma.

- Lodo Alfano (2008), per l'impunità delle alte cariche dello stato. Una fotocopia del Lodo Schifani.

- Legittimo impedimento (2010): i processi per Berlusconi e ministri possono essere rinviati, in base a impegni di governo "certificati".

- Decreto salva liste (2010), un tentativo, giudicato poi
incostituzionale di cambiare le regole nel corso della competizione elettorale;

- Processo breve (2010-2011): così come inizialmente formulato avrebbe estinto migliaia di processi penali tra cui: Thyssen Krupp, Antonveneta, Parmalat, quello per il disastro di Viareggio del 29 giugno 2009 e il processo sul crollo della Casa dello Studente conseguente al terremoto che colpì L'Aquila nel 2009.

-Voto sulla decadenza del condannato Berlusconi (novembre 2013). La Lega vota "no" alla decadanza da senatore del condannato per frode fiscale Silvio Berlusconi.
Ergo,muto dovrebbe stare qualcun'altro.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura