SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Tendarreda - Le tende di tendenza - Pesaro

“Retini abbandonati in spiaggia a Senigallia: paga il cittadino ma nessuno fa nulla”

Gruppo Società e Ambiente e Amici Foce Cesano: "situazione che va avanti ormai da anni nonostante ripetute segnalazioni"

Retini abbandonati in spiaggia

Una nota canzone dell’orchestra Raoul Casadei recita più o meno così: “Non c’è più la vela bianca, con l’inverno c’è il gabbiano e l’estate del mio amore è un ricordo ormai lontano, ciao, ciao, ciao, ciao mare!” Poi continua in questo modo: “Anche se c’è tanto freddo io ti vengo a salutare” proseguendo  con nostalgia d’amore verso …il mare.


Casadei forse non ha mai avuto occasione di visitare la costa senigalliese nei mesi non strettamente estivi. Se mai dovesse fare un giro sulle nostre spiagge, anche quest’anno (perché la storia va ormai avanti da diversi anni), troverà sicuramente il gabbiano, ma anche tanti retini di plastica bianca seminati lungo tutto il litorale (a quanto pare provenienti da specifiche ditte di “allevatori” o “coltivatori” di cozze).

In mare sono presenti altri retini a discapito dei pesci, con tutte le conseguenze che ne derivano per la fauna marina e per l’ambiente in generale. Altri ancora vengono sospinti dalle ruspe e finiscono sotto lo strato superficiale della ghiaia o della sabbia dopo le pulizie estive. Ovviamente la rimozione è comunque a carico del cittadino, senza distinzione, che paga le tasse!

E’ veramente singolare che  le Autorità e gli Uffici preposti al controllo dell’ambiente (e delle aree pubbliche) non siano ancora intervenuti su questo gravissimo problema, nonostante le ripetute segnalazioni, anche pubbliche, da molti anni a questa parte.

Retini abbandonati in mareSarebbe veramente imbarazzante venire, ad esempio, a sapere che un pescatore sportivo si è beccato una multa per aver parcheggiato (sbagliando ovviamente) la sua auto sulla spiaggia ghiaiosa (vedi  Cesano o Marzocca), magari per ripararsi dal freddo e osservare dal suo interno se qualche pesce abbia abboccato mentre chi abbandona tonnellate di retini di plastica in mare e in spiaggia resta ancora impunito!

Speriamo proprio che questa sia l’ultima puntata!!!

Per gli Amici della Foce il Presidente, Marco Giardini
Per il G.S.A. di Senigallia, Giorgio Sagrati

Commenti
Solo un commento
omcsenigallia 2018-01-12 15:06:20
D'estate quando lascio la spiaggia di Cesano dopo qualche ora di mare....me né vado portandomi dietro una busta piena di queste retine...ma ancora non ho mai visto nessun altro fare altrettanto!!! La spiaggia è mia, perché è NOSTRA!!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura