SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Optovolante - Ottica a Senigallia - Centro ottico e optometrico

A Tutto Zampe: prime vaccinazioni e cure generali

Consigli per il cane e gatto che sono arrivati a casa

Cane e gatto prime cure

Se sono passati circa 50-60 giorni dall’arrivo del vostro cane o del gatto è quindi giunto il momento di portarlo dal veterinario per le prime vaccinazioni.

Il cane ha uno schema vaccinale che prevede 4 iniezioni distinte effettuate con un intervallo di tempo di 15 giorni; alla prima sarà sottoposto a visita clinica osservando il corretto sviluppo della sua massa scheletrica e muscolare. Il gatto specialmente se vive fuori avrà bisogno anche della copertura contro la leucemia felina. Con l’avvicinarsi della primavera il cane dovrà effettuare la profilassi per la filariosi cardiopolmonare, seguita da preventivi test sul sangue e come il gatto effettuerà un adeguato trattamento antiparassitario.

Alcuni sostengono che sia il cane sia il gatto va lavato periodicamente, io dico dipende! Certo se il vostro cane si è rotolato nel fango o il gatto è stato in giro per molto tempo ed è sporco, un bel bagno è una buona casa da fare.

In natura al cane può capitare di farsi una bella nuotata, al gatto certo molto meno ma entrambi solitamente si prendono cura del loro manto, lungo o corto che sia. In ogni caso ci sono “padroni” che portano con consuetudine il loro animale alla “tolettatura” che è indicata soprattutto se cane o gatto vivono in casa a stretto contatto con noi e se ci sono bambini. A voi la libera scelta!

Per quanto riguarda le “spazzolature” certo sono molto indicate e, secondo la mia esperienza, molto apprezzate e sufficienti a mantenere il manto in buono stato. I tipi di pettini e spazzole sono di vario genere, con denti stretti o larghi secondo il pelo da trattare. Ricordate che, comunque, il nostro amico, cane o gatto, va periodicamenteispezionato”: si guardano le orecchie, gli occhi e le zampe per controllare che non ci siano problemi.
Se il vostro animale non dovesse mangiare ed essere particolarmente stanco e diverso dal solito è sempre bene chiamare il veterinario per un consiglio.

I cuscini, le brandine, le copertine vanno mantenuti detersi regolarmente, stessa cosa per le cucce, soprattutto quelle esterne. In quest’ultimo caso anche lo spazio intorno alla cuccia dovrà essere mantenuto pulito. Un’ultima cosa ma non meno importante è quella di tenere le ciotole del cibo, sia secco sia umido e il contenitore per l’acqua sempre lavati. Quando rimangono resti di cibo in particolare quello umido, senza essere finiti, per parecchio tempo li dovete buttare. E allora non esagerate mai con le dosi iniziali! Agli animali piace molto l’acqua fresca e pulita e non deve mai mancare: mettetela in una giusta misura senza riempire al colmo.

Infine vi ricordo che in natura sia il cane sia il gatto adora bere l’acqua piovana, un classico esempio è quello dalle pozzanghere o lungo un fiume oppure quella che sgorga fresca dalle fontane o dal tubo quando innaffiamo il giardino!

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura