SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Car Multiservice - I chirurghi della tua auto - Centro servizi per auto a Senigallia

Pochi acquisti sotto Natale a Senigallia, non resta che sperare nei saldi

Mancate entrate per i commercianti che subiscono sempre più la concorrenza dei centri commerciali

1.895 Letture
commenti
saldi estivi, sconti estate, acquisti, negozi, shopping

Pochi gli acquisti sotto Natale, i commercianti e i piccoli esercizi di Senigallia aspettano perciò con fiducia i saldi per rifarsi delle mancate entrate.

Si può prevedere una spesa di circa 150 euro a testa – dichiara Giacomo Cicconi Massi, responsabile territoriale della Confartigianato – In tanti si sono trattenuti dall’acquistare nel periodo delle festività proprio perché attendono i ribassi dei saldi per comprare quanto desiderato.

Di certo, poi, a non incentivare i clienti all’acquisto sono le tante preoccupazioni economiche, causate dai recenti rincari che su tutto il territorio nazionale riguardano purtroppo numerose voci di spesa quotidiane. Le attività inoltre – soprattutto quelle del centro storico – subiscono la concorrenza dei grandi centri commerciali e un ulteriore competitor sta emergendo dal web, ovvero il diffondersi dello shopping online.

Si è chiuso un anno faticoso per le imprese – continua Cicconi Massi della Confartigianato –  non solo per quelle del commercio; le difficoltà accomunano tutto il distretto produttivo e le attività dei servizi.

Al terzo trimestre del 2017 nel senigalliese sono nate 28 imprese artigiane, 25 le chiusure; 2.068 quelle registrate sul territorio; erano 2.077 al settembre 2016. L’artigianato resiste pur se tra tante difficoltà, in particolare dei comparti del manifatturiero e delle costruzioni.

Si apre ora un altro anno che, se da un lato ha tutte le promesse dettate dal prossimo appuntamento elettorale, e che auspichiamo si possano tradurre in opportunità concrete per il territorio, dall’altro non si prospetta scevro di incognite e di ostacoli.

Tra questi, uno è di certo la tassazione che – ancora elevata – è una catena allo sviluppo delle imprese, e pesa tanto più in un momento come questo in cui avrebbero piuttosto bisogno di una spinta alla ripartenza.

Tra gli elementi – al contrario – di forza e su cui puntare, di certo il turismo che per la città di Senigallia rappresenta da sempre un elemento primario. A tal proposito, per quanto riguarda la Spiaggia di Velluto – continua Cicconi Massi della Confartigianato – riteniamo opportuno proprio in vista della stagione estiva metter mano quanto prima ad interventi di riqualificazione dei litorali.

Nell’ottica della più vasta collaborazione, inaugurata con la nascita dell’Unione dei Comuni, il turismo potrà svilupparsi ora in un fattore di crescita per tutto il territorio grazie ad un impegno condiviso. Al tempo stesso riconosciamo che l’Unione è di certo una importante occasione per intercettare risorse e per lavorare a partire dal nuovo anno in sinergia su progetti che abbiano al centro l’economia e il rilancio del territorio.

Commenti
Ci sono 3 commenti
octagon 2018-01-05 06:11:58
Ma non erano i vs. consociati felici e contenti? Non appoggiavate il vs. Sindaco? Appena 8 mesi fa esultavate per boom di presenze, un'anno o poco di più stavate a braccetto con il VOSTRO sindaco e Co. Cosa potrà mai essere successo in questo breve lasso di tempo? Ahh Haaa ho capito! Ma non l'ho dico! La minestra non vi piace? Ora la mangiate...
arcimboldo 2018-01-05 06:37:38
Ma per il nostro amato Sindaco ed i suoi collaboratori va tutto bene. Il primo cittadino afferma "Abbiamo cambiato per sempre Senigallia. Il futuro è al servizio dei cittadini" mi chiedo se viviamo nello stesso luogo e gli chiedo: quale futuro per i nostri figli? Senigallia è ormai piena di attività "mangerecce": nutrire la pancia ed affamare il cervello!!!! Fin che dura....
Dirty Rotten Imbeciles
Dirty Rotten Imbeciles 2018-01-08 15:34:38
....la Confaqualcosa non ha aperto bocca per il ponte chiuso, i parcheggi tolti, gli alberi tagliati ed i vari balzelli che questo "padrone comunale" ha realizzato nella sua nefasta carriera politica di questi anni. Ora, lor (poco) signori fingono di svegliarsi dal torpore, per scrivere la solita "cojonaria" di inizio anno, un po' come per dire : Noi vediamo tutto ma ce ne stiamo zitti e boni, lo stipendio A NOI arriva puntuale a fine mese, mi moje lavora e mio figlio sta sistemato, m'importa sega di quei 4 sfigati di Artigiani (e commercianti) che prima o poi chiuderanno baracca e burattini....sai che ce ne frega a noi ? Nel 2018, dopo 20 anni che ci sono, la colpa e' dei centri commerciali ? Voi cosa facevate quando li volevano aprire ?
Non avreste dovuto opporvi ? Vi opponete oggi ? Vi accorgete ora che ci sono ? Ed i nuovi supermercati che apriranno ? Fate finta di non saperlo che ne apriranno di nuovi ? Quale scusa troverete questa volta ? Che eravate assenti per malattia ? Prima o poi cambiera' il padrone del comune, allora cambieranno anche tante cose per quelli come "voi", boni solo a BLATERARE !!!!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura