Logo farmacieFarmacie di turno


Paolucci Dott.ssa Francesca
SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“Il Natale di Senigallia? Il nulla, non esistiamo”

Fratelli d'Italia: "gli amministratori sono imbonitori doc, ma negli eventi più importanti la città non compare: e manca pure il marketing"

Lucertini Arredamenti Senigallia - Saldi fino al 70%
Le luminarie di natale 2016 che addobbano il centro storico di Senigallia

Castello di Babbo Natale a Frontone, Castello di Natale a Gradara, Candele a Candelara, il Magico Mondo di Babbo Natale a Pergola, Cioccovisciola di Natale a Pergola, Natale da vivere a Fermignano, Festa del Duca d’inverno a Urbino, Mercatini Natalizi a Mombaroccio, Natale a Corte a Piobbico, Mercatino di Natale a Montecalvo in Foglia, Magic Christmas a Fossombrone, La Fiera delle Meraviglie a Macerata Feltria, I mercatini di Natale a Pesaro, Il natale Più di Fano, Il Natale più bello nel Borgo più bello a Mondolfo.

E ancora, Mercatino di Natale ad Ascoli Piceno, Mercatini di Natale a Caldarola, Mercatini di Natale Medievali all’Abbazia di Sant’Urbano, Fiera di Natale a Macerata, Magico Natale a Porto Recanati, Il Cappello di Natale di Montappone, il Villaggio di Babbo Natale a Borgo Ficana,il Villaggio di Natale a Fermo, Bianco Natale ad Ancona, Mercatini natalizi a Corinaldo.

E Senigallia? Niente da fare, Senigallia non compare e non è menzionata nell’articolo del supplemento di un noto quotidiano locale (Destinazione Marche) che illustra tutti gli eventi natalizi nelle Marche. Un allegato che parla delle Marche, non solo del Natale, ma anche di arte, cultura, gastronomia, vini, musei, teatri, manifestazioni e tanto altro. Tolte tre “nomination” nella sezione Teatro, dove la città viene menzionata per tre spettacoli al Teatro La Fenice, altro non esiste di Senigallia. 112 pagine dedicate a tutte le Marche che abbiamo sfogliato con attenzione, ma dove non esistiamo. Domanda: “ma non eravamo una eccellenza come ci ricorda sempre il nostro Sindaco”?

Purtroppo no, non lo siamo, perché un conto sono le parole dei nostri Amministratori, veri imbonitori doc, e un conto è la realtà che tutti viviamo ogni giorno. Senigallia non compare nel supplemento per due motivazioni molto semplici. La prima perché Senigallia nel periodo natalizio non ha nulla di appetibile, carino, particolare o carismatico per poter competere con altre realtà che da anni hanno lavorato e programmato degli eventi seri. A Senigallia ogni anno si “litiga” per le lucine da mettere nelle vie. Lucine che sistematicamente vengono pagate dai commercianti, o con una scusa o con un’altra, e sistematicamente non accontentano mai nessuno, tranne le Associazioni di categoria che hanno ringraziato l’Amministrazione, ma questo era scontato e i motivi sono più che conosciuti.

Vogliamo parlare della “famosa piazza ritrovata” (così la chiamò il Sindaco) che risponde al nome di Piazza Garibaldi? Per noi una “piazza abbandonata”, una landa deserta dove regna il nulla. Non una sola lucina, un alberello, una decorazione, un evento, una manifestazione, niente di niente. E le lamentale dei commercianti ci sono arrivate a iosa ovviamente. Neanche la “microscopica” pista del ghiaccio hanno pensato di mettere nella piazza per movimentarla un po’, hanno preferito “affossarla” nei giardini della Rocca. Di certo l’aria e l’atmosfera natalizia non è di casa a Senigallia grazie all’incapacità dei nostri Amministratori, tutti, nessuno escluso. Per respirare l’aria natalizia e passare qualche week-end in maniera simpatica e diversa si dovrà andare nelle tante località marchigiane che hanno investito ed elaborato degli eventi degni di nota.

La seconda motivazione è molto semplice, Senigallia non compare in quel allegato perché nessuno è capace mettere in piedi un progetto di marketing serio. Questa motivazione è costante da tanti anni, non riguarda solo il Natale, ma anche l’intero comparto turistico della città. Non investono, non si fa pubblicità, non si studia nessuna strategia di marketing, non ci si affida a chi è esperto del settore e, dulcis in fundo, il nostro Sindaco ha anche avuto la geniale idea di non mettere dal 2010 la figura dell’Assessore al Turismo. Siamo l’unica città turistica a non averlo, e questo la dice lunga su come questa Amministrazione si approccia alla tematica del Turismo. L’arroganza e la saccenza del nostro Primo Cittadino gli fece dire nel passato che essendo appunto lui il Sindaco, a lui spettava pensare al Turismo.

Peccato che al Sindaco sfugga il fatto che per “fare turismo” bisogna averlo studiato, avere un titolo ed esserne capace, tre qualità che a lui mancano a tutto tondo.

A chiosa di tutto questo, per l’ennesima volta Senigallia ha messo in evidenza la totale incapacità dei nostri Amministratori nel rendere la città appetibile ai turisti nel periodo natalizio. E questo non è un problema “politico”, ossia in questo caso non è colpevole la “sinistra”, perché in altre città con amministrazioni “rosse”, il Natale è ben rappresentato e goduto, quindi è un problema di persone non capaci nell’amministrare una città e, in questo caso, farla diventare “natalizia”. Ancora una volta Senigallia vivrà il suo misero Natale grazie all’incapacità delle persone.

 

Marcello Liverani

Coordinatore Fratelli d’Italia

Commenti
Solo un commento
bimi 2017-12-05 22:37:52
Ma meglio così... tanto non c’è un parcheggio! Che invitiamo la gente a fare? Per farli impazzire a cercare posto? Per invitare ospiti a cena ci vogliono le sedie per tutti... forse un giorno l’amministrazione lo capirà, e magari finirà il sistema del “cittadini: voi gambe in spalla e pedalare”!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura