SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Giovedì 23 al circolo ACLI Ravetta, terzo appuntamento del ciclo dedicato a Pio IX

A Senigallia "La giornata di Pio" e … una storia lunga 150 anni

Assicurazioni Generali - Polizza vita, lavora con noi - Agenzia di Senigallia
La facciata della sede dell'ACLI Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani in via Cavallotti 10 a Senigallia

Fissata al 7 dicembre “La giornata di Pio” che ricorderà gli inizi del Movimento Cattolico nel 1867 – auspici Pio IX e la nascita della Società della Gioventù Cattolica Italiana – intanto prosegue l’invito al racconto di Una storia lunga 150 ani.Il prossimo incontro è in calendario giovedì 23 novembre alle ore 18.00, al circolo Acli “U. Ravetta di Senigallia, luogo d’eccellenza della socialità. I proff. Fabrizio Chiappetti, Fondazione Romolo Murri, e Marco Moroni, Università Politecnica delle Marche e Dipartimento di Storia delle Acli regionali, converseranno sul tema: “Al vento di Malines e di Magonza. Gli esordi del Movimento Cattolico in Europa, nelle Marche e a Senigallia”.

La giornata di Pio IXAl riguardo la locandina d’invito annuncia: “Tutto comincia negli anni di Pio IX: i cattolici del nord Europa, per rispondere alle intemperie del momento, spostano l’accento dall’individualismo liberale al senso di comunità solidale, con particolare premura verso i proletari diseredati. Ne parla parecchio l’irriducibile intransigente Giambattista Casoni nel suo memoriale da Malines. Insomma c’è in giro un gran fermento che talvolta tracima, ma l’intenzione è delle migliori: porsi al servizio della gente, facendo fino in fondo il proprio dovere.

Questo il senso autentico che informa anche in Italia il Movimento Cattolico nei suoi odierni 150 anni di storia (1867-2017). Né, nel contesto, potevano essere da meno le Marche e la Valmisa, con tanti uomini d’esempio: l’on. Bertini, l’on. contadino Peverini, mons. Agostino Rosati, il Vescovo Cucchi, e poi ancora mons. Amedeo Mercuri, l’on. Giuseppe Mario Boidi, Nunzio Santini, Enrico Stefanini, Letterio Maggi, Silvio Patrignani col. Giannitelli e i giovani coraggiosi del Circolo S. Paolino co-protagonisti della “Tregua di inizio Novecento“. (Ce n’è di che riflettere anche oggi).

Dopo le relazioni, il dibattito e infine un cordiale “vino d’onore

Franco Porcelli
Presidente del circolo

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!