SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Pallacanestro: le considerazioni post derby della Goldengas

Battuto all’ultimo respiro il Fabriano; Foglietti: "Limitato bene Gialloreto, il giocatore più pericoloso"

393 Letture
commenti
Stefano Foglietti

Quattro giocatori in doppia cifra, la lotta a rimbalzo vinta (41-32 con i 14 di Pierantoni in “doppia doppia”) utile per garantire ai biancorossi una decina di possessi in più, la percentuale ai liberi ai limiti della perfezione (18/20) e una ritrovata lucidità dal quintetto biancorosso capace ogni volta di fare quella giocata difensiva o trovare quel canestro utile per respingere i tentativi di rimonta di Fabriano.

Pur tirando peggio (35% contro il 39% dei biancoblu), la Goldengas ha mantenuto il vantaggio dal primo all’ultimo secondo della contesa passando sostanzialmente indenne da un secondo quarto non indimenticabile e resistendo poi all’ultimo assalto ospite, anche quando ha dovuto fare a meno di Tortù, sospinta dalle giocate dei “fari” Paparella e Pierantoni, senza dimenticare la grande difesa di Giacomini su Gialloreto.

Il clima di festa sugli spalti continua anche oltre la sirena conclusiva in un PalaPanzini vestito a festa grazie anche ai numerosi tifosi ospiti, con le tifoserie che dispensano applausi ai propri giocatori.

In “sala stampa” il primo a prendere la parola è Daniele Aniello (Coach Fabriano).
Abbiamo pagato il nostro pessimo inizio che poi ci siamo portati dietro per tutta la gara. Siamo arrivati al tiro del pareggio ma non abbiamo fatto canestro. Senigallia ha meritato la vittoria.”

E’ quindi il turno di Stefano Foglietti (Coach Senigallia).
Abbiamo fatto quello che ci eravamo detti di fare. Abbiamo limitato bene Gialloreto che per noi era il giocatore più pericoloso.
Nonostante l’uscita per falli di Tortù abbiamo trovato buone cose da chi l’ha sostituito. Per noi è un giocatore importante sia in difesa, per i rimbalzi che prende, sia in attacco, per la pericolosità che dà alla squadra. Oggi abbiamo avuto ancora però una gran partita di Paparella, forse il nostro vero ago della bilancia. Questa sera ha fatto canestro nei momenti giusti, quando ci serviva quel canestro per sbloccarci lui c’era, e questo dà la spinta poi a tutta la squadra. La squadra sta migliorando sotto il profilo del carattere e della mentalità, stiamo cercando di lavorare anche per trovare soluzioni quando gli avversari non ci fanno correre. Dobbiamo riuscire a giocare coinvolgendo di più anche i lunghi evitando forzature.”

A chiudere la sala stampa non poteva che essere Emiliano Paparella
Fa piacere giocare così e vincere. La cosa bella è aver vinto due partite in fila che, in un campionato così equilibrato, ci dà una bella spinta e ci dà la consapevolezza di essere una squadra che può lottare per le prime otto posizioni. Dobbiamo trovare continuità per mantenere alto il nostro livello ed è importante che ognuno dia tutto se stesso. Eravamo tranquilli, abbiamo fatto della difesa il nostro punto di forza, se difendi forte poi in attacco sei più libero mentalmente, giochi più leggero e se ci passiamo la palla questo aiuta molto. Come domenica scorsa è stata una partita molto tirata e come domenica scorsa siamo stati bravi a chiuderla facendo le difese giuste e trovando il canestro con precisione anche ai liberi, che alla fine incidono….
Adesso dobbiamo mantenere i piedi per terra e non esaltarci così come abbiamo mantenuto tranquillità anche dopo le brutte sconfitte che abbiamo subito. Dobbiamo andare avanti come stiamo facendo e pensare esclusivamente a quello che dobbiamo fare noi.”

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura