Logo farmacieFarmacie di turno


Pasquini Dr.ssa Claudia
SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“87 anni fa”: Senigallia 30 ottobre 1930, ore 8:13:44, il terremoto

Il 31 ottore in Biblioteca Antonelliana "Conversazione" con il prof. Santoni, autore del e-book sull'evento

Fabbri Infissi - Dierre - EcoBonus fiscale per infissi, porte e cancelli
Terremoto 87 Anni fa

La Presentazione dell’e-book  “Il terremoto di Senigallia del 1930 e il nuovo Piano Regolatore e di Ampliamento della città del 1931” al pubblico avverrà martedì 31 ottobre alle ore 17,30 nella Sala multimediale della Biblioteca Comunale Antonelliana alla presenza dell’Assessore alla Cultura del Comune di Senigallia, prof.ssa Simonetta Bucari, e dell’autore Giuseppe Santoni, che intratterrà i presenti con una “Conversazione” sulle parti più salienti della sua ricerca. Questo evento è in coincidenza con l’87º anniversario di quel terremoto. 

Il libro, curato da Giuseppe Santoni, Socio Corrispondente della Deputazione di Storia Patria per le Marche e Socio della Associazione di Storia Contemporanea, ha il patrocinio del Comune di Senigallia. Si presenta ricco di foto, tabelle, epigrafi e documenti inediti su quel disastrosoevento, che segnò una svolta decisiva per l’assetto urbanistico della città e il suo orientamento turistico. La prefazione, della prof.ssa Viviana Castelli, dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) di Bologna-sede di Ancona, ne sottolinea l’importanza storica oltre che sismologica.

Locandina Terremoto 87 Anni faL’e-book ha una definizione piuttosto alta in modo tale che, anche ad ingrandimenti elevati, sarà possibile leggere le minuscole scritte delle planimetrie, g.c. dall’arch. Stefano Ciacci del Comune di Senigallia, con i vecchi nomi delle vie.

Due furono i personaggi principali della ricostruzione: il podestà Giovanni Monti Guarnieri, futuro autore degli Annali di Senigallia, e l’ing. Gualtiero Minetti, progettista della nuova scuola elementare “Giovanni Pascoli” e molti restauri ai monumenti danneggiati della città, nonché direttore dei lavori di costruzione della nuova Rotonda a mare: fu soprattutto grazie a loro che Senigallia ha saputo risorgere dalle proprie rovine ed orientarsi verso le scelte turistiche che tuttora la caratterizzano.

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!