SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Sorelle Paolini, Brignone: “Gentiloni risponda alle loro richieste”

“La loro storia, la loro battaglia di civiltà non può che trovarmi d’accordo"

2.978 Letture
commenti
Maria Chiara ed Elena Paolini

È stata depositata un’interrogazione parlamentare a firma di Beatrice Brignone diretta al Presidente del Consiglio Gentiloni, al Ministro del lavoro e delle politiche sociali, Poletti e al Ministro della salute, Lorenzin, al fine di sollecitare la risposta del Governo all’appello delle sorelle Elena e Maria Chiara Paolini , le sorelle di Senigallia affette da disabilità grave.

Il diritto all’assistenza personale, come indicato dal Fondo nazionale per la non autosufficienza istituito nel 2006, deve essere messo in atto con il preciso intento di fornire adeguate misure per l’autonomia e una degna permanenza presso il proprio domicilio.

La loro storia, la loro battaglia di civiltà non può che trovarmi d’accordo. Con l’interrogazione, ho chiesto proprio al Presidente del Consiglio quali urgenti iniziative s’intendono mettere in campo per incrementare i fondi necessari per l’assistenza alle persone con disabilità grave, come quella delle sorelle Paolini.
In un Paese civile non può essere limitata l’autonomia delle persone affette da disabilità, lo Stato deve garantire loro assistenza e cura nel rispetto della Carta dei diritti ONU del 2009 e mettere in atto urgenti iniziative volte al miglioramento della qualità della vita, rendere loro la massima autonomia e continua assistenza domiciliare di cui necessitano, anche mediante un Piano che possa garantire servizi omogenei in tutta Italia.
Lo scorso febbraio, i “Fondi per le non autosufficienze per la disabilità grave” sono stati ridotti di 50 milioni di euro – accordo siglato in Conferenza Stato-Regioni-. Ciò ha portato in particolare a sottrarre gran parte di fondi all’assistenza domiciliare alla persona. Fondi necessari a garantire una soddisfacente qualità di vita.
Con l’imminente Legge di Bilancio in Aula, sarà mia cura fare quanto nelle mie possibilità per tutelare e garantire l’assistenza e la cura delle persone affette da disabilità e in particolare di chi necessita di assistenza domiciliare continuativa” Lo dichiara la deputata di Possibile, Beatrice Brignone

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!