Logo farmacieFarmacie di turno


Pasquini Dr.ssa Claudia
SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Gioielleria Capodagli dal 1937 - Senigallia, Fano, Shop on-line

Senigallia: raggiunto l’accordo sulla rete cardiologica

“Passo avanti importante per il nostro ospedale, ma continuiamo a lavorare al potenziamento delle unità specialistiche”

1.698 Letture
commenti
L'ospedale di Senigallia

Non ci disperavamo prima e siamo cauti ora. Certo, però, possiamo dire che il lavoro portato avanti quotidianamente con competenza e capacità di dialogo con le altre amministrazioni, in primis la Regione Marche e l’Asur Marche, inizia a dare i suoi frutti.

In questi ultimi mesi, insieme al consigliere regionale Fabrizio Volpini, ci siamo adoperati perché il presidio ospedaliero di Senigallia, e in particolare il reparto Cardiologia, non subisse alcun depotenziamento e fossero salvaguardati tutti i percorsi diagnostici, terapeutici e assistenziali. Ora arriva la notizia che il tavolo tecnico predisposto dall’Asur per rivedere il Piano di riorganizzazione della sanità regionale ha previsto la rimodulazione dell’Utic e attendiamo fiduciosi che la giunta regionale recepisca tali indicazioni in un’apposita delibera.”.

Così il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi commenta la notizia dell’accordo trovato al tavolo tecnico provinciale per il mantenimento della rete cardiologica all’ospedale di Senigallia.

Si tratta di un ulteriore importante risultato – prosegue il sindaco – e siamo riusciti a far comprendere il ruolo strategico rivestito dal nostro presidio ospedaliero all’interno dell’Area Vasta 2. A differenza di chi è sempre pronto a speculare politicamente sui problemi, anziché collaborare alle soluzioni, abbiamo posto in essere un percorso che, in sintonia con il processo di riforma della sanità regionale, unisse tutte le componenti sociali e politiche cittadine. Dimostrazione ne è l’ordine del giorno proposto lo scorso 5 settembre e approvato quasi all’unanimità dal consiglio comunale, con la sola esclusione della Lega Nord. Una scelta rivelatasi premiante, che però non ci fa abbassare la guardia. Rimangono infatti aperte importanti questioni e, nei prossimi sei mesi, tempo che ci siamo dati per verificare le procedure e le decisioni che verranno adottate dalla Regione, vigileremo per assicurarci che all’interno del nostro presidio ospedaliero vengano mantenute e potenziate le unità operative specialistiche attualmente presenti”.

Commenti
Ci sono 2 commenti
Franco Giannini
Franco Giannini 2017-10-11 16:16:37
Non mi spaventa, mi atterrisce anziché tranquillizzarmi, quando leggo termini in politichese quali "tavolo tecnico", "piano di riorganizzazione", "rimodulazione dell'UTIC" (e rimodulare, come mi spiega la Treccani , significa variare una serie di parametri in modo coordinato e graduale; e non quello che tutti ci attenderemmo - chi ha bisogno logicamente - di ascoltare ovvero la sicurezza del riportare tutto com'era, anche se non il migliorare). Anche questa frase :"... Una scelta rivelatasi premiante, che però non ci fa abbassare la guardia. Rimangono infatti aperte importanti questioni e, nei prossimi sei mesi, tempo che ci siamo dati per verificare le procedure e le decisioni che verranno adottate dalla Regione..." non mi suona nuova, la qual cosa mi fa scattare l' allerta rosso, in quanto già letta o sentita un mese fa. Ed allora faccio presente che di quei famosi 6 mesi programmati, già uno se ne è andato ed il "prendere ulteriore tempo" non vorrei che fosse una specie di dolcificante per una medicina amara che saremo "costretti", prima o poi, ad assumerei !!
Dirty Rotten Imbeciles
Dirty Rotten Imbeciles 2017-10-11 18:38:14
...."A differenza di chi è sempre pronto a speculare politicamente sui problemi, anziché collaborare alle soluzioni" Caro Sindaco di questa citta' "disboscata", non si puo' mica avere sempre tutti ai propri comandi, non tutti sono disposti a fare "Liste civetta" per portarLe voti o a fingersi "candidato sindaco" per poi "zerbinarsi" alla prima occasione. Alle volte capita che a qualcuno non piaccia cio' che Lei fa e dalle "epurazioni feisbucchiane" che ha messo in atto negli ultimi tempi, si direbbe siano in tanti a criticarla pubblicamente. Perché alla fine, anche il piu' Pdidiota Senegalese, per 2 minuti ha le funzionalità celebrali accese e capisce di aver fatto un grave danno a se stesso ed alla città votandoLa e cosi' inizia a scrivere tutta la propria frustrazione senza piu' paura di essere "gentilmente" azzittito. Ma non se la prenda a male, continui pure a "riposarsi" al bar in cima al corso con i suoi "compagni di avventura"......
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura