Logo farmacieFarmacie di turno


Manocchi Dr.ssa Francesca
SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Farmacia estiva Manocchi Carloni - Lungomare di Senigallia

Giovani e alcol, violenza ed eccessi: bagnino aggredito a Senigallia e due minori ricoverati

Grave episodio all'alba sulla battigia di lungomare Marconi. A Marina di Montemarciano soccorsi giovani di Arcevia e Falconara

6.442 Letture
Un commento
cocktail, alcol, bottiglie di alcolici, bar, somministrazione di bevande alcoliche

Aggressione in spiaggia all’alba di domenica 16 luglio, presso i Bagni Roberto 44 di Senigallia, ai danni di un collaboratore dello stabilimento balneare, che avrebbe intimato a tre ragazzini di smettere di urlare e fare baccano e per tutta risposta avrebbe rimediato calci e pugni.

I tre si sono poi dileguati immediatamente, prima che sul posto giungesse una pattuglia di Polizia del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Senigallia: gli agenti hanno cercato i responsabili, ma gli unici giovani raggiunti nei pressi dello stabilimento balneare erano estranei all’episodio. Una reazione violenta, quella dei ragazzi che potrebbe essere ricondotta a uno stato psicofisico alterato forse dall’alcol, ma sul quale non ci sono ovviamente riscontri certi.

Al contrario, ce ne sono per i due minori che, la notte tra venerdì 14 e sabato 15 luglio sono stati trasportati all’ospedale di Torrette di Ancona dall’ambulanza del 118 che li ha soccorsi nei pressi di un noto locale del lungomare di Marina di Montemarciano.

Giunti in ospedale con i pesanti effetti di una sbronza, i due giovani sono poi stati identificati dai Carabinieri della Compagnia di Senigallia: si tratta di una 15enne residente ad Arcevia e di un 17enne di origine marocchina di Falconara Marittima.

Terminati i trattamenti sanitari necessari a lenire gli effetti dell’alcol sui minorenni, i ragazzi sono stati affidati ai genitori e dimessi dal nosocomio di Torrette di Ancona.

Commenti
Solo un commento
lollo22
lollo22 2017-07-16 23:13:26
Prendersela con una persona che lavora penso che sia veramente deplorevole....le forze dell'ordine dovrebbero indagare e fargliela pagare.
Ultimamente c'è l'abitudine di dormire in spiaggia o di fare caos in spiaggia, ma la legge e chiara in merito nelle spiagge e consentito solo il passaggio, il concessionario potrebbe anche predisporre un corridoio delimitaoi da corde di almeno due metri ed evitare che certi individue vadano nelle aree lettini mi meraviglio che qualcuno non lo abbia già fatto.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura