Logo farmacieFarmacie di turno


Paolucci Dott.ssa Francesca
SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Lavoro, reintrodotto il sistema voucher: ecco la regolamentazione dei “Presto”

La consulente del lavoro di Senigallia, Margherita Feiz Mahdavi ci spiega come funzionano i nuovi buoni lavoro ora in vigore

Netservice - Realizzazione e promozione siti web
voucher

Dal 10/07/2017 è stato attivato il nuovo sistema voucher per aziende, enti, privati e famiglie.

Per le aziende la regolamentazione dei “Presto“, ovvero delle prestazioni occasionali è molto restrittiva:

1. Solo le aziende con un massimo di 5 dipendenti a tempo indeterminato – media nel periodo precedente l’inizio della prestazione – possono utilizzare i voucher;

2. Non è possibile fare ricorso a prestazioni di lavoro occasionali da parte di lavoratori con i quali l’utilizzatore abbia in corso, o abbia avuto negli ultimi sei mesi, un rapporto di lavoro subordinato o di collaborazione coordinata e continuativa.

3. Limiti economici:

I limiti economici, tutti riferiti all’anno civile di svolgimento della prestazione lavorativa, corrispondono:

– per ciascun prestatore, con riferimento alla totalità degli utilizzatori, a compensi di importo complessivamente non superiore a 5.000 euro;
– per ciascun utilizzatore, con riferimento alla totalità dei prestatori, a compensi di importo complessivamente non superiore a 5.000 euro;
– per le prestazioni complessivamente rese da ogni prestatore in favore del medesimo utilizzatore, a compensi di importo non superiore a 2.500 euro.

Tali importi sono riferiti ai compensi percepiti dal prestatore, ossia al netto di contributi, premi assicurativi e costi di gestione.

Il compenso giornaliero del prestatore non può essere inferiore a 36 euro, pari al corrispettivo di quattro ore lavorative.

Il compenso orario è liberamente fissato dalle parti ma non può mai essere inferiore a 9 euro l’ora, (12.29 € costo orario) salvi i diversi limiti previsti per il settore agricolo.

Al compenso spettante al prestatore si applicano alcuni oneri a carico dell’utilizzatore: la contribuzione alla Gestione Separata, nella misura del 33%; l’assicurazione INAIL, nella misura del 3,5%;

4. E’ vietato l’utilizzo dei voucher in edilizia e settori affini e nell’ambito di appalti d’opere e servizi.

5. Per attivare il contratto di prestazioni accessorie e le relative tutele, sia l’utilizzatore che il prestatore si devono registrare nella piattaforma INPS predisposta.

Inoltre l’utilizzatore almeno 60 minuti prima dell’inizio della prestazione deve comunicare, tramite il servizio online dedicato:

– i dati identificativi del prestatore;
– il compenso pattuito;
– il luogo di svolgimento della prestazione;
– la durata;
– la tipologia;
– il settore dell’attività lavorativa;
– altre informazioni per la gestione del rapporto.

Nel caso in cui l’utilizzatore intenda revocare una comunicazione precedentemente inserita, può accedere alla procedura e procedere alla revoca esclusivamente entro tre giorni dalla data in cui la prestazione stessa si sarebbe dovuta svolgere. Contestualmente alla trasmissione della comunicazione da parte dell’utilizzatore, il prestatore riceve notifica della stessa (o della revoca) tramite mail, SMS.

Nel caso in cui la revoca non venga espressa nei termini previsti dalla legge, l’INPS tratterrà la somma corrispondente al compenso pattuito tra le parti, indipendentemente dal fatto che la prestazione si sia effettivamente svolta, procedendo al pagamento al prestatore e al versamento in favore dello stesso della contribuzione previdenziale e INAIL.

Il prestatore potrà, tramite il servizio online, confermare l’effettivo svolgimento della singola prestazione giornaliera entro i tre giorni successivi. In tal caso, è inibita la possibilità per l’utilizzatore di revocare la prestazione.

6. L’acquisto dei voucher avviene tramite modello F24 Elide e non più tramite i concessionari precedentemente autorizzati (banche o tabaccherie).

La prestazione occasionale non è attivabile fino a quando l’Inps riceve il pagamento , i tempi di elaborazione per ora sono di 7 giorni circa.

L’Inps entro il 15 del mese successivo allo svolgimento della prestazione provvederà a pagare direttamente il prestatore, con il canale indicato dal prestatore stesso al momento della registrazione nella piattaforma.

Si fa presente che alla data di oggi, gli intermediari non sono abilitati all’accesso sulla piattaforma “Presto”, pertanto sia le aziende che i prestatori dovranno utilizzare il proprio PIN INPS per la registrazione sulla piattaforma!

 

Dott.ssa Margherita Feiz Mahdavi
Consulente del Lavoro a Senigallia
www.studiofeiz.it

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura