SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Antica Trattoria da Marion - Ristorante sul lungomare di Senigallia

Circolo Cinematografico Linea D’Ombra presenta “Viaggio in Italia”

Si terrà a Senigallia dal 2 al 4 Luglio

Il Circolo Linea D'Ombra presenta "Viaggio in Italia"

Da domenica 2 luglio a martedì 4 luglio la città di Senigallia diventerà luogo di un intrigante “Viaggio cinematografico”. Un evento che offre la grande opportunità al pubblico di Senigallia ed anche all’intera regione Marche di accedere al Cinema vivo, quello ancora capace di emozionare e di lasciar fiorire un pensiero critico sulla contemporaneità sociale e politica nonché sul linguaggio cinematografico.

Un programma di proiezioni ed incontri che trova le sue fondamenta nell’idea che la periferia sia tanto importante quanto il centro e che getta una luce in quella terra così fertile che è il cinema italiano indipendente.

Gli autori che saranno presentati hanno ricevuto attenzione da parte dei critici e dal mondo dei festival realizzando film lontani dalle grande produzioni e distribuzioni di sistema, lontani dai canoni linguistici ed estetici del cinema d’ordinanza.

Domenica 2 luglio
Omaggio a Gianni Amelio

Rinviata la presentazione del romanzo Politeama alla presenza del regista Gianni Amelio prevista per le ore 19. Il regista, candidato ai Nastri d’Argento in 7 categorie tra cui miglior film e miglior regista, si è visto costretto a declinare l’invito malgrado abbia tentato fino all’ultimo di trovare una parentesi di tempo tra gli impegni istituzionali legati alla selezione per essere presente a Senigallia.

Alle ore 22 presso la sala Piccola Fenice proiezione del film Lamerica. Ingresso gratuito.
Ritratto straziante di un’Albania ai limiti della sopravvivenza, che s’è lasciata alle spalle il fascismo (il Duce l’aveva annessa nel 1939 al regno d ‘Italia) e il comunismo (ma sono sempre gli stessi che comandano) per restare nella più nera miseria. Il viaggio in Italia di questi disperati più che una speranza è una illusione. Il bravissimo Lo Verso è l’italiano che fa da trait-d’union tra il vecchio e il nuovo mondo ma è un disperato pure lui, un italiano vero nel formicaio degli albanesi senza futuro.
Un film capace ancora oggi di interrogarci e farci riflettere sull’urgente tema dell’immigrazione, diretto con quella proprietà di linguaggio, quella sensibilità e quell’amore che caratterizzano il cinema di Gianni Amelio.
Lunedì 3 luglio

Ore 19 presso la sala Piccola Fenice proiezione del film Milano, via Padova di Antonio Rezza e Flavia Mastrella.
Marocchini, egiziani, indiani, arabi, sudamericani, siciliani, calabresi ed emiliani, in un’epoca in cui il mondo intero riesce a concentrarsi tutto in una strada, in che modo sopravvive il razzismo e che senso ha? Se lo sono chiesti Flavia Mastrella e Antonio Rezza in un viaggio, assurdo e divertente, alla scoperta di un nuovo, piccolo e vicinissimo ombelico del mondo: via Padova a Milano.

Ore 22 presso la Rotonda a Mare proiezione del film Le ultime cose sarà presente l’attrice protagonista Cristina Rosamilia ed avremo in diretta via skype la regista Irene Dionisio selezionata ai Nastri D’argento
A Torino una moltitudine dolceamara porta in pegno i propri averi, in attesa del riscatto o dell’asta finale. Tra i mille volti che raccontano l’inventario umano della crisi, tre storie si intrecciano inconsapevolmente sulla sottile linea del debito morale. Sandra, giovane trans, per sfuggire al passato porta in vendita la sua pelliccia. Il suo sguardo incrocerà quello di Stefano, novellino appena entrato al banco, spingendola verso una tenera ossessione. Michele, ex facchino in pensione, chiede un prestito ad un parente, ma questo si rivelerà fatalmente la persona sbagliata.
La regia limpida è una prova di coraggio, va dritta al cuore del problema e di quel pubblico che la saprà seguire.
Martedì 4 luglio

Ore 19 presso la sala Piccola Fenice proiezione del film Monte di Amir Naderi.
In un passato remoto, in un villaggio semi-abbandonato ai piedi di una montagna, vive Agostino con la moglie Nina e il figlio Giovanni. La montagna si erge come un muro contro i raggi del sole che non arrivano mai a illuminare la loro terra, ridotta a pietre e sterpaglia. Il film racconta la storia di quest’uomo e della sua famiglia, la loro sfida quotidiana per abbattere la montagna, la sua forza ancestrale per riportare la luce. Inquadratura dopo inquadratura, la torsione utopica del gesto non ci racconta semplicemente del sogno di Agostino, ma dello stesso Cinema che smussa i propri limiti e confini.

Ore 22 presso la Rotonda a Mare proiezione del film Arianna alla presenza del regista Carlo Lavagna.
Arianna ha diciannove anni, ma non è ancora donna. All’inizio dell’estate, nel casale sul lago di Bolsena dove era cresciuta fino all’età di tre anni e in cui torna con i genitori, ritrova antiche memorie. Arianna comincia a indagare sul proprio corpo e sul proprio passato. Ma è con se stessa e nel rapporto con la famiglia, nodo irrisolto fin dall’infanzia, che Arianna deve trovare se stessa. Lavagna racconta tutto questo con sguardo partecipe e sincero, attento a riprodurre tanto il dolore e l’incertezza della protagonista, quanto la forza vitale del mondo circostante, fra la natura della campagna laziale e i corpi mostrati con un’urgenza e una sincerità come non si vedeva dagli anni Settanta.
Ingresso proiezioni del 3 e 4 luglio € 5,00
Ingresso proiezioni del 3 e 4 luglio con tessera Ficc € 3,00

Info: lineadombra.ficc@gmail.com
Tel. 3385800808

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura