SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Confcommercio: “sulla Tari a Senigallia hanno cavalcato la protesta per avere consenso”

"Noi al lavoro per limitare l'impatto: la città ha vocazione turistica e una spiaggia pulita ha priorità su tutto"

3.258 Letture
14 commenti
Autonoleggio Mariotti Senigallia
Operazioni di pulizia della spiaggia di velluto di Senigallia da rifiuti e detriti

C’è stato un momento alla fine del 2016 in cui la città di Senigallia si è vista piovere addosso un macigno derivante dall’esplosione delle tariffe Tari per la gestione dei rifiuti.

Un aumento esponenziale del carico impositivo dovuto a diversi fattori: dagli anomali spiaggiamenti degli ultimi anni, alla gestione delle politiche di conservazione e manutenzione del fiume Misa fino all’impostazione del servizio di raccolta dei rifiuti così come lo ha concepito la nostra città. Questa emergenza ha messo l’Amministrazione e le Associazioni di Categoria di fronte ad una situazione molto complicata, per affrontare la quale si doveva prima far chiarezza su due questioni fondamentali:

Senigallia è una città a vocazione turistica all’interno della quale una spiaggia pulita e in perfette condizioni prima dell’inizio della stagione ha la priorità su tutto? La città riconosce la Spiaggia di Velluto come motore della sua economia e come bene prezioso per il suo sviluppo economico? Oggi, alla luce delle decisioni che si sono prese, ci sentiamo di poter rispondere di si e la direzione presa è stata rafforzata dalla conferma del riconoscimento della Bandiera Blu arrivato puntuale anche quest’anno per Senigallia (il fatto è tutt’altro che scontato e non andrebbe mai perso l’entusiasmo di festeggiare questo riconoscimento).

Tornando invece alla Tari, le pressioni in questi mesi sono state molte ed i toni utilizzati a volte molto accesi. Qualcuno a livello politico non ha resistito alla tentazione di cavalcare la protesta alla ricerca di un po’ di consenso e dobbiamo sottolineare come anche qualche sigla sindacale abbia fatto lo stesso salvo poi in questi giorni uscire sulla stampa con toni totalmente diversi da quelli utilizzati nella fase di gestione dell’emergenza Tari.

Confcommercio Imprese per l’Italia Marche Centrali, insieme all’Associazione Albergatori di Senigallia ed alle altre federazioni che rappresenta, ha puntato invece su un approccio costruttivo fin dall’inizio comprendendo che il momento era molto difficile e cercando di trovare una soluzione utile alla città e alle Imprese. Innanzitutto si è cercato di lenire l’impatto della tassazione cercando e trovando l’appoggio dell’amministrazione nel reperire fondi a tutela di imprese e cittadini (e il fondo di 600.000 € di cui 470.000 per le imprese ne è il risultato), in più abbiamo posto le basi per un nostro coinvolgimento più attivo nella fase di rinnovo del contratto di gestione dei rifiuti che potesse tener conto delle effettive esigenze della città tagliando ove possibile servizi inutili e costi superflui. Ci siamo anche impegnati nella spinta e nella ricerca di tavoli istituzionali ad ogni livello per modificare un’interpretazione legislativa del rifiuto spiaggiato e della manutenzione dei fiumi che oggi penalizza i comuni costieri in maniera molto pesante. Ora la sfida dei prossimi giorni è quella di vedere i criteri di assegnazione del fondo di sostegno alle imprese rispecchiare le effettive esigenze del nostro tessuto economico.

Riteniamo che le Micro Aziende del Commercio, del Turismo e dell’Artigianato, non tutelate da altri fondi specifici a livello statale, siano le più vessate dal punto di vista impositivo e al tempo stesso su di loro ricada l’onere di supportare ed alimentare gran parte dell’economia del nostro territorio per questo devono essere considerate come legittime e maggiori beneficiarie del fondo. L’auspicio per il futuro è quello che tutte le manovre di razionalizzazione del servizio e gli sforzi per un’interpretazione legislativa meno sfavorevole, insieme alla cessazione dello stato di emergenza legato all’alluvione del 2013, possano riportare la Tari a livelli pre-crisi già dal prossimo anno. Questo consentirebbe di poter pianificare lo sviluppo economico e le prospettive di crescita imprenditoriale della nostra città, tornando lecitamente a sperare in delle politiche attive a sostegno delle imprese.

In questo senso serve un piano per l’imprenditorialità sul nostro territorio con progetti strategici di sviluppo, politiche di detassazione degli investimenti, di agevolazione per chi assume e allunga la stagione, per chi decide di operare con orari e con un calendario più ampio,  per chi riqualifica e rende la nostra città degna del ruolo da leader che ambisce a ricoprire.

Un futuro ambizioso che inizia già ora se ognuno dà il suo contributo.

 

Da

Confcommercio Marche Centrali

Commenti
Ci sono 14 commenti
BlackCat
BlackCat 2017-05-11 15:11:12
"L’auspicio per il futuro è quello che tutte le manovre di razionalizzazione del servizio e gli sforzi per un’interpretazione legislativa meno sfavorevole, insieme alla cessazione dello stato di emergenza legato all’alluvione del 2013, possano riportare la Tari a livelli pre-crisi già dal prossimo anno". SI, NEL PAESE DEI BALOCCHI! Ma se il problema non viene risolto alla radice e se il comune giorni fa ha ammesso di avere un buco di diversi milioni per la riscossione TARI e lo smaltimento dei rifiuti spiaggiati, con quale auspicio pensate che la TARI tornerà ai livelli precedenti? VIVETE NEL PAESE DEI BALOCCHI! (PS. il comunicato chi ve l'ha scritto? la giunta di Senigallia?) :D
Nemo
Nemo 2017-05-11 15:50:07
Vien da ridere, e non poco, nel leggere il comunicato, e come si domanda giustamente BlackCat, ma chi lo ha scritto, l'Amministrazione di Senigallia? La risposta non è difficile dopo questa bella leccatina! Viene da chiedersi come le aziende possano ancora tesserarsi con chi va a braccetto dell'amministrazione, GIUSTIFICANDOLA SEMPRE. Non c'è limite alla vergogna, scandaloso quanto scritto sopra. Ipocrisia allo stato puro.
Pluto
Pluto 2017-05-11 16:11:09
"Noi al lavoro per limitare l'impatto".... Carina questa barzelletta!!! "la direzione presa è stata rafforzata dalla conferma del riconoscimento della Bandiera Blu arrivato puntuale anche quest’anno per Senigallia".... Conoscete le modalità per ottenere la Bandiera blu? Sapete che basta una semplice autocertificazione per averla? Ma veramente pensate che chi legge sia così fesso da credervi? Carissima Confcommercio Marche Centrali, quando avete qualche minuto libero dall'enorme lavoro che svolgete, passate all'ex Gil di viale Leopardi e fatevi dare i dati di quanto è stato incassato con la prima rata della TARI.....poi tornate qui e scriveteci il resoconto!
leofax 2017-05-11 17:31:50
Se facevano da anni i lavori sul fiume compresa la pulizia dell'alveo, minori erano i materiali portati dal Misa in mare e ancor meno si dovevano pulire le spiaggie. Ma poi scusate: Non sarebbe più logico che chi ci lavora e guadagna con il turismo, dovrebbe sobbarcarsi la maggior Tari? E invece anche le tante famiglie che non arrivano a fine mese, debbono sobbarcarsi ulteriormente certi salassi. Che poi i Sindacati, improvvisamente, invece di tutelare
i lavoratori, mediano con la controparte, su promesse sul sociale, che alla fin fine rimangono solo promesse. Qui è ora di pensare a cambiare il pastore e relativo pascolo!!!
mimmo990
mimmo990 2017-05-11 21:26:55
Sono onestamente imbarazzato, a leggere una leccata del genere. Credo sia la diretta conseguenza di avere un sindaco di uno dei più importanti comuni della Provincia, che é anche Presidente Anci, che é ora anche in Assemblea Nazionale...
Per cui figure del genere, che hanno lo scopo di scrivere articoli per ammaliare e corteggiare il nostro primo cittadino (corteggiamenti di berlusconiana memoria) non saranno né le prime, né le ultime. E vedrete: otterranno ciò che vogliono. Ammetto che la cosa mi inquieta molto.
pablo 2017-05-11 21:38:37
ma questi signori lo sanno che il 34% dei contribuenti non ha pagato? Le loro chiacchiere non servono. Poi la barzelletta della bandiera blu è come quella della lega ambiente. Tutto si basa sull'autocertificazione e ricordo come venne ridicolizzata al teatro Portone da Canafoglia.
octagon 2017-05-11 21:58:12
Fatevi vedere da uno bravo e andate a fan.......tutti quanti!
Rex
Rex 2017-05-11 22:46:22
Uno dei pochi comunicati dove i commenti sono unanimi... Gran bella figura Confcommercio! Complimenti vivissimi!
Indiana Pips
Indiana Pips 2017-05-12 01:16:55
Sono così ipocriti che non hanno neanche avuto il coraggio di mettere un nome e un cognome come firma, ma chi ha scritto si è nascosto dietro un bel "confcommercio marche centrali".......... (...omissis...), bravi (...omissis...) ma non a metterci la faccia
bimi 2017-05-12 01:56:41
Eh già... ognuno faccia la sua parte e saremo tutti felici e contenti. I sindacati spendono belle parole, ai cittadini il gioioso onere di sborsare la moneta... senza parole!
lollo22
lollo22 2017-05-12 07:52:09
Finalmente..... tutti questi commenti negativi nei confronti del comportamento avuto dalla amministrazione mi riempe d'orgoglio.
Non so chi abbia "passato" l'articolo alla confcommercio, ma so che questo potrebbe essere.
In passato l'amministrazione ha già usato associazioni diverse come ad esempio il gruppo GSA " gruppo societa ambiente " che scriveva articoli a favore dell'amministrazione, che a sua volta riconfermava a questa l'assegnazione di una bella sede presso l'Ancos
Ma questo non mi meraviglia, mi meraviglia tanto invece, che la maggior parte delle associazioni di categoria siano diventate cosi inutili, non dicono nulla neppure quando ai bar che rappresente gli viene imposto un aumento del 29%, ai balneari che rappresenta un 61%, alberghi 44% circa. Care associazioni se questi numeri che non si sono mai visti prima, non scatenano in Voi una reazione, allore sieteveramente INUTILI.
favi umberto 2017-05-12 08:33:45
Leggendo l'articolo mi sono venuti i brividi. La vergogna e spudoratezza non hanno limiti!!
Ma credete propreio che i cittaddini di Senigallia siano tutti degli imbecilli?
BlackCat
BlackCat 2017-05-12 09:41:20
@ leofax: i sindacati... mi dispiace nel modo in cui si sono ridotti... Il loro scopo dovrebbe essere NON FAR DIVENTARE POVERO CHI RAPPRESENTANO ed invece di fare muro preferiscono barattare con un ipotetico fondo per la poverà. Come a dire: non preoccuparti che se diventi povero a furia di tasse noi proviamo a darti due spicci per non finire sotto un ponte. Il fallimento del sindacato. Da "degno lavoratore" a "degno povero". Capolavoro!
centr100
centr100 2017-05-12 21:24:19
Copio e incollo di seguito il link diretto all'imbarazzante curriculum vitae del sindaco, nella speranza che vi rendiate conto da soli, cari pupazzi della Confcommercio, dietro quale "eccellente" (...omissis...) avete cucito le vostre labbra.
Ma lui é contento, continuate così. Poi vi lancia lo zuccherino.

http://www.comune.senigallia.an.it/site/senigallia/assets/content/assets/multisite/ufficio-attivita-istituzionali/amministrazione-trasparente/curricula/cv-mangialardi.pdf/cv-mangialardi.pdf
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura