SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Play Sport Corinaldo - Dal 1983 tutto per lo sport. Attrezzature per running ed escursionismo

Senigallia, via ai lavori per l’escavo dell’avamporto

Non solo l'ingresso del porto, ma anche l'area a sud del molo sarà oggetto dell'intervento che durerà fino a luglio

2.387 Letture
commenti
Il pontone per il dragaggio del porto di Senigallia. Foto di A.Piersantelli

Partiranno a breve i lavori di escavo dell’avamporto e dell’imboccatura del porto di Senigallia e la contestuale riprofilatura della spiaggia sommersa posta a sud dell’area portuale. L’intervento sarà realizzato dalla ditta Mentucci Aldo.

A tal proposito, la Capitaneria di porto ha emesso un’ordinanza (scarica pdf – 330 KB) che prevede nell’area di lavoro il divieto di navigare, ancorare e sostare con qualunque unità, sia da diporto che a uso professionale. Sarà inoltre vietato praticare la balneazione, effettuare attività di immersione con qualunque tecnica e svolgere attività di pesca di qualunque natura. Le imbarcazioni in transito dovranno prestare la massima attenzione, mantenendosi a una adeguata distanza di sicurezza.

Il pontone per il dragaggio del porto di SenigalliaSi tratta di lavori molto importanti e particolarmente attesi – afferma il sindaco Maurizio Mangialardi – al fine di rendere sempre più fruibile il porto della Rovere che negli ultimi anni è stato oggetto di molti interventi di riqualificazione: dal nuovo impianto di illuminazione alla pescheria, senza dimenticare le opere di restyling realizzate dall’ufficio Opere Marittime riguardanti la casermetta e ora il faro. Progetti che hanno rilanciato l’area portuale come naturale prolungamento della città sul mare, facendone un suggestivo spazio di incontro per famiglie e turisti, ma anche un luogo di approdo volto a favorire la crescita del turismo portuale”.

 

Foto in primo piano di A.Piersantelli

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Ci sono 2 commenti
mimmo990
mimmo990 2017-04-07 15:23:27
Mangialardi aveva emesso un'ordinanza a fine gennaio, con la quale pretendeva che autorità Regionali pulissero a loro spese, il tratto terminale alla foce del Misa.
Questi lavori di cui si parla ce li pagano loro, oppure noi ce li paghiamo da soli?
L'ordinanza comunque é la numero 50 del 30/01/2017, si può vedere dal sito internet del comune di Senigallia. A me non sembra che il nostro porto sia di competenza Regionale. Se così non fosse, questo sí, che sarebbe un vero atto inutile. (Il riferimento all'atto di recepimento del referendum della fusione con Morro d'Alba, che i più scaltri avranno letto tra le righe, NON é CASUALE)
leofax 2017-04-07 20:20:25
Non ho ben capito ma l'isolotto alla foce del Misa viene escavato oppure rimane?
Perchè nell'ordinanza non si cita il molo di Levante!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!