SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“Il risarcimento di 8 milioni di euro per l’alluvione 2014 non era scontato”

Anche i Giovani Democratici plaudono al risultato raggiunto dall'amministrazione per i fatti di Senigallia di tre anni fa

1.358 Letture
commenti
Ferramenta Farinelli Senigallia - Scopri le offerte del mese
I danni causati dall'alluvione di Senigallia del 3 maggio 2014

I Giovani Democratici di Senigallia vogliono ringraziare pubblicamente il buon lavoro del Sindaco Mangialardi, e di tutta la Giunta, per l’importante risultato raggiunto. Riuscire ad ottenere 8 milioni di euro di risarcimento per i danni causati dall’alluvione, in questi tempi, non era un obiettivo così scontato.

Un risultato che potremmo definire storico in un paese come l’Italia, dove la burocrazia è imperante e raggiungere certi obiettivi sembra in molti casi utopia.
Tutto questo è stato ottenuto mediante un forte impegno e un dialogo franco e trasparente da parte del nostro Sindaco con gli enti sovraordinati e non, lasciando da parte i commenti dei soliti leoni da tastiera, l’azione denigratoria dei polemisti dei social network ed i sabotaggi della controparte politica.

E quali sono stati i risultati di questo duro lavoro? Lo stanziamento di 8,1 milioni di euro ripartiti tra 996 nuclei familiari, come risarcimento pari all’80% dei danni certificati alla struttura della prima abitazione ed al 50% per le seconde case.

Ciò è la dimostrazione di come l’unica strada da intraprendere per risolvere i problemi di una comunità non siano le polemiche, i complottismi e la dietrologia, ma il duro lavoro, il dialogo trasparente con i cittadini e con le istituzioni.

I Giovani Democratici di Senigallia si uniscono ai ringraziamenti del Sindaco Mangialardi verso la Senatrice Silvana Amati, che è sempre stata vicina a tutte le problematiche riguardanti la nostra città, al ministro Gian Luca Galletti, che ha garantito lo stanziamento delle risorse necessarie ai risarcimenti, al capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio e ovviamente alla regione Marche.

Commenti
Ci sono 5 commenti
leofax 2017-03-03 20:05:26
Egregi giovani democratici, forse non sapete che oltre alle 996 persone citate, ce ne sono state altre che indirettamente hanno avuto grossi danni anche se non abitavano nei piani terreni delle abitazioni. Strombettare strumentalmente il vostro Padreterno Mangialardi,che ad ogni pioggia sulla città fa stare con il deretano stretto tantissimi cittadini, non da l'impressione che tutto a Senigallia funzioni alla perfezione. Attendo fiducioso l'esito delle indagini preliminari e concordo pienamente con il comitato alluvionati di cui all'articolo sopra.
Leonardo Maria Conti
Rex
Rex 2017-03-03 20:47:13
180 milioni di danni a Senigallia, 8,5 milioni di rimborsi...meno del 5%....ma non vi vergognate neanche voi giovani? Già siete guasti come gli adulti!
octagon 2017-03-04 06:28:19
eccheliquà! come dicevo...ora mancano vivi s. e futura!
fra77 2017-03-04 11:18:27
Personalmente ho avuto parecchi danni al garage,tre vetture due moto.
Non ho fatto nessuna richiesta di danni,consapevole che era del tutto inutile.
Ancora c'è gente che col terremoto dell'Aquila non ha visto un centesimo,figuriamoci l'alluvione a Senigallia.
Quello che mi spiace è chi ha avuto danni alle abitazioni,che doveva essere risarcito con con molti più soldi di quelli che ha avuto. La casa è la casa,le vetture etc etc possono attendere. In un mondo perfetto saremo stati tutti risarciti,purtroppo non è così.
Se poi guardiamo le cause di tutte queste calamità si apre un mondo di discussioni,che va dalla malagestio delle responsabilità,allo scaricabarile da menefreghista a menefreghista,cosi in tutta Italia.
Dico ai Giovani Democratici che bisogna avere uno sguardo lungimirante,proiettato venti anni avanti,futurista.
Invece pare,ma è un parere personale,che di giovane c'è ben poco.
stefano 2017-03-04 11:52:16
Ragazzi Pidini le filastrocche prese pari pari dall'Antologia del Sindaco vanno bene alle Elementari (o Scuola Primaria come si dice oggi) ma continuare a ri-novellarle anche in età post adolescenziale diventa una misera operazione di retroguardia. Eppure bastava leggere per bene la Gazzetta Ufficiale , oltre alla stessa Domanda di Contributo, per vedere l'elenco degli OCDPC riguardanti gli Eventi Calamitosi finanziati. Vi sareste accorti che Senigallia non è l'unica città ad avere avuto il pur misero contributo e che quindi il risultato portato a casa non è nè unico né storico, tantomeno "non scontato". Qui mi sa che siete stati utilizzati, come i cadetti della Scuola di San Pietroburgo mandati , nel 1917, allo sbaraglio dallo Zar. Poi è inutile prendersela con i "leoni da tastiera" quando si incappa in certe scivolate da polli da batteria.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura