SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

On.Brignone, proposta di legge sugli orfani di crimini in famiglia

"Il testo poteva essere migliorato ma è ora di prendere coscienza e consapevolezza del problema"

Onoranze Funebri F.lli Costantini
Beatrice Brignone

“Oggi (ndr: 1 marzo) in Aula è previsto il voto finale per apportate modifiche al codice civile, al codice penale, al codice di procedura penale e altre disposizioni in favore degli orfani per crimini domestici.

Il provvedimento si pone di offrire assistenza e difesa già nelle prime fasi del processo penale, accesso gratuito al patrocinio a spese dello Stato, modifica del sequestro conservativo, per rafforzare la tutela degli orfani rispetto al loro diritto al risarcimento del danno, annullare il diritto al godimento dell’eredità e della pensione di reversibilità per i colpevoli di omicidi in famiglia.

In prima lettura, il testo prevedeva la tutela dei figli orfani nati a seguito di un matrimonio, tuttavia, ho ritenuto opportuno presentare alcuni emendamenti – in seguito approvati- che estendessero la tutela anche ai figli orfani nati da precedenti unioni civili, ma soprattutto che potessero essere assistiti anche laddove il legame affettivo tra i genitori fosse cessato.

Nonostante la legge abbia alcune lacune alle quali potevano essere apportate ulteriori migliorie, ritengo fondamentale il dovere dello Stato di farsi carico del benessere dei figli resi orfani per mano di un genitore e assicurare loro un futuro. Un primo passo verso la responsabilità comune di stare al fianco di bambini, adolescenti e ragazzi che hanno vissuto una tragedia che li segnerà per sempre. Non va dimenticato che sono circa 1600 dal 2000 a oggi, gli orfani soprattutto di femminicidio.
Voterò a favore del testo, mettendo da parte le differenze politiche ma auspicando che il Governo si mostri più incisivo e sensibile sui temi sociali, dei minori e della tutela delle donne”.

Lo dichiara in una nota la deputata di Possibile, Beatrice Brignone.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!