Logo farmacieFarmacie di turno


Pasquini Dr.ssa Claudia
SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Successo per il concerto d’apertura del Festival Organistico Internazionale

Il programma dell'organista veneto Ruggero Livieri riscuote tanti applausi. Giovedì 21 nuovo appuntamento

Al Vicoletto da Michele - Ristorante e pizzeria a Senigallia
Ruggero Livieri, organista veneto, ha inaugurato l'edizione 2016 del Festival Organistico Internazionale "Città di Senigallia"

Ha preso il via giovedì 14 luglio la 15esima edizione del Festival Organistico Internazionale “Città di Senigallia”. Un traguardo importante quello dei 15 anni per una manifestazione che è ormai diventata un “appuntamento fisso, a cui il Comune di Senigallia riconosce un posto rilevante tra gli eventi culturali“, come ha ricordato il parroco di Santa Maria della Neve, don Giancarlo Giuliani, nel saluto inaugurale.

Il Festival“, ha continuato don Giancarlo, “si inserisce nella realtà di tutto il territorio, valorizzando gli strumenti e le chiese che appartengono a tutta la comunità“.
Un aspetto importante, quello della diffusione sul territorio, che ha sottolineato anche l’assessore alla cultura Simonetta Bucari durante il suo intervento, sottolineando come “questi 15 anni sono segno di un evento consolidato per la città di Senigallia e per l’entroterra marchigiano, per promuovere il patrimonio organario“, ma anche “per assaporare la bellezza del territorio, che è fatta di arte, paesaggi, musica ed enogastronomia“.

La direttrice artistica del Festival, l’organista Federica Iannella, ha presentato il programma di Ruggero Livieri, organista veneto che ha inaugurato questa XV edizione. Davanti ad un pubblico sempre numeroso e appassionato, il maestro Livieri ha proposto un concerto ricco, che dal terzo periodo musicale del barocco francese, rappresentato dalla “Suite du deuxiemè ton” di Clérembault, è passato al vertice della scuola organistica del nord Europa con due corali di Buxtehude, continuando con la trascrizione di un concerto di Vivaldi ad opera di Gottfried Walther, per proporre poi delle composizioni di Brahms, compositore tedesco la cui trama musicale esprime un senso di affettiva profondità e di dolcezza poetica, fino allo splendido finale affidato all’organo Opus Pinchi 422 con la famosa “Toccata, adagio e fugo in Do BMW 564” del celebre Bach.

Un coinvolgente concerto d’apertura, molto apprezzato dal pubblico presente, che ha applaudito ripetutamente il maestro Livieri; una serata che ha inaugurato al meglio l’edizione 2016.

Il prossimo appuntamento giovedì 21 luglio, sempre alla chiesa del Portone, sarà con l’organista russa Ekaterina Melnikova, protagonista di un programma inedito e originale nel panorama del Festival.

www.organsenigallia.com

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura