SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

M5S: “E’ motivo di vanto chiudere il 2015 in negativo di oltre 3 milioni di euro?”

"Se mettere a nudo la politica renzo-berlusconiana senigalliese è fare demagogia allora saremo pure dei demagoghi"

1.709 Letture
commenti
Il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle di Senigallia

Se l’affermare pubblicamente in Consiglio comunale, in diretta streaming, come stanno realmente le cose e mettere a nudo la politica renzo-berlusconiana senigalliese è fare demagogia (come ha bacchettato il Sindaco), allora saremo pure dei demagoghi.

É forse motivo di vanto chiudere l’anno 2015 in negativo di oltre 3 milioni di euro e che per tale cifra (disavanzo) ogni anno, per 27 anni, dovremmo impegnare oltre 140.000 euro di soldi pubblici che graveranno sulle tasche dei cittadini? É il caso di elogiare le politiche di questo governo che non permette ai comuni di usare quei pochi soldi che gli avanzano mandando in deficit i conteggi di rendiconto? Per noi no, ma per Sindaco e maggioranza consiliare questo è tutto un vanto e un elogio!

Durante l’ultimo Consiglio comunale abbiamo sottolineato la forte contraddizione che, nonostante chi possieda un terreno agricolo e non sia coltivatore diretto o imprenditore agricolo (quindi perlopiù soggetti privati), ad esempio coloro che con la variante al PRG hanno convertito la loro terra da “edificabile” a “agricola” continuino a pagare IMU e TASI, questa amministrazione ha ben pensato di ridurre l’aliquota TASI per chi possiede ville o castelli, insomma a chi ha fabbricati di lusso. Demagogia? No: realtà! Basta leggere la delibera proposta dalla Giunta (anche i Revisori dei conti hanno criticato questa manovra).

Abbassamento delle aliquote “per tutte le attività ricettive”: beh… noi vogliamo specificare: “solo per chi ha un albergo o una pensione”… questa è la realtà! Basta vedere quali immobili fanno parte della categoria D2. Quindi Bar, Ristoranti e altre strutture ricettive pagheranno aliquote più alte. Infine, ciliegina sulla torta: aumenta la TARI… ma noi da 3 anni chiediamo di introdurre un sistema (Tariffa Puntuale) che permette di abbattere i costi dei servizi e quindi la bolletta che ogni cittadino si ritrova in casa, come dimostrato in tutti i Comuni italiani (grandi e piccoli) che hanno introdotto questo sistema tariffario e gestionale.

Magra consolazione… l’aumento del numero delle rate per facilitare il pagamento della TARI e l’ innalzamento della soglia di esenzione IRPEF a 13.000 euro… la nostra Giunta applica in maniera eccellente la politica di Renzi: “con una mano dà, e con l’altra toglie”.

Da Marco Bozzi e Riccardo Mandolini
Movimento 5 Stelle Senigallia

 

Commenti
Ci sono 4 commenti
arcimboldo 2016-05-02 07:06:31
Ma siete sicuri? E comunque volete scommettere che il ritornello sarà: "se c'è un buco è perchè abbiamo fatto del bene alla Città!" Di che vi lamentate?
arcimboldo 2016-05-02 07:09:34
Una curiosità di natura tecnica: ma perchè gli articoli li firmano sempre solo in due? Non sono tre i consiglieri del M5S?
Nemo
Nemo 2016-05-02 10:00:28
Perchè sono divisi, come nei partiti anche loro seguono le correnti...
beatrix kiddo 2016-05-02 20:47:42
Perché? La Martinangeli è del m5s secondo voi? Due comunicati sullo stesso argomento: uno è questo e l'altro è quello di due giorni fa firmato dalla Martinangeli. Non la vedete la differenza? Sterili polemiche (Martinangeli) contro contenuti (m5s). Ai cittadini non importa nulla dei vizi di procedura, alla gente interessa quante volte ancora questa amministrazione ha intenzione di ficcarle le mani in tasca!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura