SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Mons. Manenti in linea col Papa: “Sì a buona comunicazione. No a confusione su famiglia”

Il Vescovo di Senigallia ha incontrato giornalisti e media locali in occasione della festività di San Francesco di Sales

2.153 Letture
Un commento
Optovolante - Ottica a Senigallia
Il Vescovo di Senigallia Francesco Manenti incontra gli operatori della comunicazione

“La comunicazione crei prossimità, promuova il bene e sia sempre alla ricerca della verità, raccontando i fatti per come sono: senza manipolazioni e coltivando l’ascolto. Quello tra comunicazione e misericordia deve essere un incontro fecondo.

L’occasione per queste dichiarazioni del nuovo Vescovo di Senigallia, Mons. Francesco Manenti, è stato l’incontro in Curia con giornalisti e operatori della comunicazione della diocesi, che si è tenuto in concomitanza con la ricorrenza di San Francesco di Sales, patrono dei comunicatori.

Frasi, quelle del Vescovo, in linea con quelle pronunciate da Papa Francesco, con il quale trova nuovamente sintonia quando viene chiesto a Manenti di esprimere la sua posizione sull’attualissimo dibattito che infiamma l’agone politico e sociale italiano: le unioni civili.

Il Vescovo di Senigallia ha ribadito convintamente e appoggiato quelle che sono le posizioni già esternate a livello diocesano, quando alla guida c’era Mons. Orlandoni, e dal Papa: Non si deve fare confusione tra famiglia e famiglia. Solo l’unione di un uomo e una donna che si amano può generare la vita ed essere faro per i propri figli”.

Mons. Francesco Manenti, don Gesualdo Purziani e Laura Mandolini incontrano gli operatori della comunicazioneL’incontro è stato anche motivo di confronto e ascolto degli interventi dei giornalisti, che hanno rivolto domande sull’episcopato appena cominciato, sulle prime impressioni del Vescovo e dei cambiamenti che sono nelle intenzioni di Mons. Manenti.

“Ho ricevuto un’accoglienza piena di cordialità e mi sono trovato pastore di una Chiesa bella e in cammino: queste prime sensazioni hanno già dato risposte a tutte le domande che mi ponevo riguardo alla mia destinazione, dopo aver ricevuto l’incarico da Papa Francesco. Sto conoscendo la Diocesi in questi giorni e ci sarà tutto il tempo per pensare a cambiamenti, se necessari: voglio rimanere qui per almeno 11 anni, fino ai miei 75″.

La chiusura dell’incontro è stata dedicata alla presentazione, per bocca di don Gesualdo Purziani, Laura Mandolini e i vari collaboratori della Fondazione Gabbiano, delle iniziative editoriali e culturali che orbitano attorno alla Diocesi di Senigallia: il rinnovato sito web istituzionale, la rassegna “Mercoledì d’Autore” del Cinema Gabbiano, la linea editoriale di Radio Duomo, la libreria

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Solo un commento
O. Manni
O. Manni 2016-01-24 17:43:20
Qui, l'unica confusione la crea lui, il suo Papa falsamente "rivoluzionario" e tutto quell'accricco di integralisti, fascisti ed omofobi che organizzano i loro teatrini finalizzati alla negazione dei diritti nelle piazze. La differenza di cui prendere nota non é tra un tipo di famiglia ed un'altra...La differenza da ribadire con forza, é tra le leggi che regolano lo Stato e quelle che regolano la Chiesa. La buona comunicazione di quest'altro nuovo ingerente ed esentasse, comincia dal rispetto per le persone e per i loro diritti, non certo per i moralismi di qualcuno o le idee da ospedale psichiatrico di altri.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura