SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

I fioretti di Papa Francesco

Soluzioni per i mali della comunità o solo una cura omeopatica per la sua anima?

Jorge Mario Bergoglio, Papa Francesco I

A pelle, seppur io sia un miscredente, non appena eletto al soglio pontificio, Francesco è stato un Papa che ha captato immediatamente la mia attenzione. Una volta l’avrei definito “un Papa Buono”, quasi che gli altri Papi fossero cattivi. Ma Francesco mi aveva regalato già fin dal suo primo saluto ai fedeli dal balcone della Basilica di San Pietro, l’idea di come dovrebbe essere l’uomo della Chiesa: pacato, umile, modesto, invitante, simpatico, caritatevole, umano, oltre che logicamente buono.

Continua a leggere e commenta su Lo Spigolatore
Commenti
Solo un commento
O. Manni
O. Manni 2015-06-15 01:09:22
"Visto che ritengo che neppure il Santo Padre riuscirà mai a conoscere la ricchezza materiale totale della sua Chiesa, mi domando perchè avendo la possibilità di costruire opere di beneficenza ben superiori, importanti, durature e risolutive di tanti mali, di tanti problemi che affliggono l'umanità, li affronta invece in maniera e con cure omeopatiche, economicamente parlando?"

Perchè nell'ultimo Conclave, caro Franco, hanno studiato a tavolino la più grossa operazione mediatica per rifare la verginità ad una Chiesa che l'ha persa da ogni buco.
I "piccoli gesti" o le "cure omeopatiche" servono al popolino ed al gregge per ritrovare quella fiducia e quella tranqullità che nel corso degli anni è venuta a mancare, e potersi così autoconvincere che la Chiesa non è, quello che invece, prove empiriche e dati indiscutibili alla mano, ha sempre dimostrato di essere.
Chi crede ha "bisogno" di sapere che l'anima l'ha affidata a mani "credibili"...Non a cialtroni il cui unico obbiettivo è l'accumulo di ricchezze attraverso la vendita di prodotti metafisici, fumosi, indimostrati ed indimostrabili.
Per cui è normale che, anche grazie all'occupazione del 95% dei palinsesti televisivi su temi religiosi di scarsissima rilevanza, al credente medio non dispiaccia un Papa Francesco. Meglio è per tutti (i credenti) sapere che il Papa costruisce un dormitorio per 30 senza tetto, piuttosto che sapere che la sua Chiesa potrebbe risolvere il problema della fame nel mondo con uno schiocco di dita o quasi.
Caro Franco, Bergoglio è (forse suo malgrado), funzionale a tutto questo. Il più classico degli specchietti per le allodole...Un Don Gallo o un Don Ciotti in versione papalina...Anche per questo é visto bene "a Sinistra". Uomini fantastici e degni del miglior cristianesimo, ma utili solo a distrarre le masse mentre la Chiesa continua ad accumulare ricchezze e vendere fumo.
Parole tante...Tantissime. Fatti concreti quasi ZERO.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura