SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Progetto InComune: “Aggiornare il piano di emergenza e potenziare i mezzi”

Perini: "Abbiamo le competenze per adeguare il sistema di protezione civile al rischio reale"

Maurizio Perini

Siamo fermamente convinti che aggiornare il piano di emergenza e potenziare realmente personale e dotazione dei mezzi di protezione civile sia la prima cosa da fare subito.

Dopo ogni pioggia verifichiamo la fragilità del nostro territorio, nelle frazioni quanto nel centro storico e sul litorale.

Le cause sono palesi e discuterne sembra inutile. Possiamo anzi dobbiamo fare in modo che ci siano più volontari sul territorio, con più mezzi (idrovore, sacchetti di sabbia, idropompe, mezzi anfibi e gruppi elettrogeni, tende) e una sede unica dove assieme ad altre associazioni di Volontariato possano ritrovarsi e nella pianificazione delle esercitazioni con la popolazione e nella gestione delle emergenze.

Nel nostro gruppo abbiamo diversi membri con anni di esperienza alla spalle, missioni di salvataggio e assistenza compiuti negli scenari più disparati, dal Friuli all’Abruzzo passando per il maremoto dell’Asia; persone che si sono distinte anche nella tragedia che ci ha colpito il 3 maggio e che ogni qualvolta ci sia da intervenire scendono in campo.

Questa nostra peculiarità – che è caratteristica di molti cittadini senigalliesi – ci porterà a porre mano da subito al piano di emergenza e a ricercare velocemente quei mezzi che sono vitali per evitare le tragedie e i danni ai beni privati e pubblici.
Prevenzione e monitoraggio dello stato delle scuole, verifica degli argini e dello stato del sistema fognario, intervento puntuale sugli alberi ad alto fusto pericolanti, formazione ed informazione capillare dei cittadini sui comportamenti da tenere in caso di emergenza : sono tutti interventi ed attività che un sistema di protezione civile con uomini e mezzi adeguati può compiere valorizzando ancora di più il grande cuore dei senigalliesi.

Quindi il nostro impegno è trovare presso la Regione Marche, il Dipartimento e i privati le risorse per portare a regime il nostro sistema, individuando una grande area sicura che sarà messa a disposizione delle associazioni e dei Corpi, sul modello di quanto accaduto in comuni limitrofi.

da Progetto InComune
Perini Candidato Sindaco

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!