SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“La sanità non è un circo delle promesse”

Perini e Cerigioni (Progetto in Comune): "L'ospedale usato come merce di scambio"

Progetto in Comune - Perini Sindaco - Elezioni comunali Senigallia 2015
L'ospedale di Senigallia

La sanità non è un circo delle promesse, dove circensi ormai divenuti maestri e aspiranti tali elargiscono promesse di un bello spettacolo che poi si rivela brutto e indecoroso.

E’ quanto affermano Maurizio Perini e Andrea Cerigioni in merito alle varie uscite sulla stampa locale dei rappresentanti di varie liste in competizione per il voto del 31 maggio, quando saranno rinnovati il consiglio comunale e quello regionale, sindaco di Senigallia e presidente delle Marche.

Urla, schiamazzi, insulti, promesse: cornice indecorosa di una campagna elettorale alla deriva, dove la sanità, argomento dolce amaro utilizzato da molti e capito da pochi, viene utilizzata, sfruttata, ‘seviziata’ per poi essere dimenticata, evitata, usata come merce di scambio durante i periodi di governo” scrivono in una nota stampa. “La sanità e la nostra salute non possono essere un circo, ma qualcosa di molto serio“.

Il candidato sindaco Maurizio Perini e Andrea CerigioniIn passato è stato promesso di azzerare le liste di attesa, di nominare primari, di rifare strutture e reparti magari con nuove attrezzature e macchinari. Nella realtà, sostengono i due candidati della lista Progetto in Comune, è stato “usato l’ospedale come merce di scambio rendendolo dipendente da altri presidi senza avere di fatto la sua autonomia e poi celandosi dietro la scusa del ‘non è di mia competenza’. Ecco a questo vogliamo porre rimedio“.

Ma la soluzione in tema regionale non è facile: innanzitutto perché bisogna rapportarsi con la Regione Marche e poi per la questione delle risorse che rendono molte promesse praticamente irrealizzabili già di partenza.
Noi possiamo offrire ‘solo’ il nostro impegno imperituro affinché le istituzioni regionali e di area vasta competenti ascoltino la nostra voce mettendo incampo prevenzione, educazione e formazione perché alcol e gioco d’azzardo non siano una minaccia e si possa aiutare gli altri in caso di arresti cardiaci. Non promesse, ma azioni concrete che possono essere attuate senza celarsi dietro allo scarica barile: questo è il nostro impegno che ci prendiamo di fronte alla città tutta“.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!