SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Settimana speciale al cinema Gabbiano di Senigallia

Grandi opere in programma: si parte il 12 maggio con un affascinante documentario

Maurizio Mangialardi Sindaco - #contenellacittàditutti - Elezioni comunali Senigallia 2015
"National Gallery"-film

La settimana “speciale” del Gabbiano si aprirà con il sesto appuntamento della rassegna del “mARTEdì”: ne sarà protagonista il prossimo 12 maggio quello che è forse il più grande documentarista vivente, il maestro americano Frederick Wiseman, Leone d’Oro alla carriera a Venezia, che condurrà gli spettatori in un meraviglioso tour virtuale alla scoperta della National Gallery di Londra.


Questa sua ultima opera, presentata all’ultima Quinzaine di Cannes, rappresenta un’ardita e complessa analisi del funzionamento di uno dei più stupefacenti musei mondiali, che ospita 2400 pregiatissimi dipinti. Parlando al presente, ma guardando al passato, Wiseman, definendo la National Gallery un museo più raccolto e intimo rispetto alla monumentalità del Louvre o del Prado, lo racconta come un mondo vivo, in grado di dialogare e confrontarsi con la realtà a cui appartiene. Non a caso, è considerato a tal punto patrimonio del popolo britannico da essere normalmente accessibile senza il pagamento di un biglietto. Ne scaturisce un intrigante documentario su arte, uomo e contemporaneità, tre dimensioni di cui viene mostrato il reciproco ed inestricabile relazionarsi, facendo emergere ad esempio l’importanza del dialogo con lo spettatore. Wiseman introduce anche una riflessione sulla fruizione pubblica di un grande museo, ponendo al centro il giudizio popolare, a partire da quello dei bambini.

Attraverso il lavoro di Wiseman, che ha selezionato minuziosamente oltre 170 ore di riprese, si realizza un prezioso intento didattico: la conoscenza di alcune grandi opere mediata da un’introduzione che renda più fruibile il loro apprezzamento. Particolarmente interessante è proprio la scelta critica di ragionare su come arriva e viene percepita l’opera d’arte.
Per chi dunque ha voglia di entrare nella vita di questo museo e sentirlo percependo gli odori del legno, della pittura e del tempo, l’appuntamento è al cinema Gabbiano.

La sera successiva, mercoledì 13 maggio, la rassegna dei mercoledì d’essai proporrà Vergine giurata, debutto di Laura Bispuri nel lungometraggio di finzione. Presentato al recente Festival di Berlino, è il racconto di una giovane albanese che arriva a Milano inseguendo la propria identità sessuale. Alba Rohrwacher offre una prova magnetica impersonando Hana, bambina cresciuta sulle montagne del suo Paese circondata dalla peggior cultura maschilista. L’unica possibilità di sfuggire al suo destino sarà quella di appellarsi a un’antica legge della sua terra…

Vergine Giurata scava sottotraccia, limita il senso delle parole per lasciare che la verità emerga dal corpo, dai gesti. Tratto dal romanzo di Elvira Dones, il racconto muove sentimenti profondi, accompagnando l’androgina protagonista in un calvario morale verso la riscoperta della propria femminilità. La Bispuri realizza un’opera di sicuro interesse, impegnata a ricercare un equilibrio tra l’atavico rispetto delle tradizioni e la ricerca che ogni essere umano compie per staccarsi dalle radici e calarsi in una nuova e diversamente definita individualità. In questa operazione – quasi chirurgica – riveste grande importanza la fotografia di Vladan Radovic, che aderisce in maniera perfetta alla vicenda, virando dai grigi metallici della prima parte ai toni più caldi del finale.

Infine, venerdì 15 maggio è in programma il secondo appuntamento della nuova rassegna dedicata all’Opera lirica a teatro. Al Cinema Gabbiano sarà possibile ammirare sul grande schermo un’altra rappresentazione pucciniana assolutamente da non perdere: la Tosca messa in scena sul prestigioso palco internazionale della Royal Opera House di Londra. Tra dramma, passione e una musica potente quanto meravigliosa, quella narrata è una storia appassionante dal finale tragico, ambientata nella Roma post-napoleonica del 1800 e caratterizzata da una tensione costante, fatta di inattesi colpi di scena.

Biglietto di ingresso fissato a 6 euro per i due spettacoli di cinema e 8 euro per l’appuntamento con la grande Opera. Inizio sempre in programma per le ore 21.15.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!