SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Grecia preoccupante. Default vicino?

Intanto il dollaro continua a rafforzarsi sull'euro, si prospetta un primo trimestre in rosso per USA

2.107 Letture
commenti
Alexis Tsipras

La Grecia nei giorni scorsi ha onorato il debito di 450 milioni di dollari con il Fondo monetario internazionale. Il pagamento non allontana però dalla penisola ellenica il rischio default. I dati sono preoccupanti. Le casse pubbliche del paese saranno completamente vuote per il 24 aprile e, se non si riuscirà a trovare un accordo con Bruxelles, si arriverà al fallimento.

L’eurogruppo ha concesso alla penisola la possibilità di presentare una nuova lista di riforme per sbloccare gli aiuti essenziali ad evitare il fallimento. Anche se Tsipras è riuscito ad onorare il debito con il FMI dovrà pagare 194 milioni ad azionisti privati entro il 17 aprile e 80 milioni alla Bce entro il 20.

Mentre il solito Varoufakis dà la colpa alla situazione dell’UE affermando: “paghiamo l’insuccesso delle istituzioni europee”, il premier Tsipras fa sapere che la volontà è quella di rimanere nell’eurozona e trovare una soluzione comune.

Continua a rafforzarsi il dollaro col cambio che ha raggiunto quota 1,07. Il suo aumento del 12% sull’euro nel periodo che intercorre da gennaio a marzo 2015 ha avuto come conseguenza un forte calo delle esportazioni USA e un diminuzione dei profitti trimestrali (si attende una contrazione del 2,8%). Per gli Stati Uniti il primo trimestre 2015 potrebbe infatti essere il peggiore dal terzo trimestre 2009.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura