SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Non uno, ma due sindaci per Senigallia: ecco Unione Civica e la sua coalizione

Paradisi e Rebecchini escono allo scoperto e chiamano all'adesione Liverani, Perini e Marche 2020

Pizzeria ZeroZero
Presentazione di Unione Civica, per Paradisi Sindaco di Senigallia

Due corde marinare che si annodano, una rossa e una blu: i colori di Senigallia, ma anche quelli delle due anime di Unione Civica, la coalizione politica che sosterrà la candidatura a sindaco di Roberto Paradisi e quella a “co-sindaco” di Luigi Rebecchini.

Esce finalmente allo scoperto, e lo fa in maniera davvero ufficiale, presentando un tavolo popolato dagli esponenti di tutte le forze politiche e civiche che appoggiano il progetto, un vero e proprio fronte “non per andare contro l’amministrazione uscente – così si dichiarano più volte – ma l’unica alternativa possibile al sistema che da troppo tempo governa Senigallia”.

Un fronte, abbiamo scritto, che non si professa nè di destra nè di sinistra, ma trasversale, nato da una lunga gestazione, da trattative e confronti, dalla risoluzione delle questioni e delle polemiche nate negli anni tra i vari componenti: una coalizione che arriva guidata da Roberto Paradisi e Luigi Rebecchini: due nomi che provengono da passati politici quasi agli antipodi, ma che accantonano tutto perchè, come cita il primo “Quando arriva Serse anche Atene e Sparta si uniscono”.

Roberto Paradisi e Luigi Rebecchini, candidato sindaco e co-sindaco“Quel Serse non è Mangialardi – puntualizza Paradisi – ma è il sistema di potere e affari che da troppo tempo governa Senigallia, a cui noi vogliamo essere alternativi: in comune abbiamo l’onestà, la schiena dritta, le mani libere e pulite.

Il nostro progetto e il nostro coalizzarci non sono contro Mangialardi, del quale ho sempre nutrito profondo rispetto come avversario, ma il quale non ci deve riservare colpi bassi, come nel caso della mancata candidatura di Luca Pagliari.

“Unione Civica è il risultato del lavoro svolto negli ultimi cinque anni in Consiglio Comunale. – interviene Rebecchini – Abbiamo scelto di non dividerci sul passato, ma di guardare al futuro con linee programmatiche elaborate da tempo. I nostri punti cardine saranno il colloquio con i cittadini, ora assente da parte dell’Amministrazione, e il cambio dell’atteggiamento per cui chi governa ora si sente padrone anche dei muri e delle persone che lavorano in Comune”.

La coalizione che sosterrà Roberto Paradisi e Luigi Rebecchini vede al suo interno partiti, come Forza Italia, rappresentata da Marta Torbidoni, Lega Nord, con Sandro Zaffiri e Sergio Taccheri, e Fratelli d’Italia, con Carlo Ciccioli, esponenti politici e cittadini che provengono anch’essi da storie diverse, come Andrea Bacchiocchi, Gabriele Cameruccio, Alan Canestrari, Alessandro Cicconi Massi, Gianfranco Lai. Saranno quattro le liste a sostegno della candidatura di Paradisi sindaco e Rebecchini co-sindaco, Unione Civica, Forza Italia, Lega Nord e un’altra civica che Bacchiocchi sta componendo grazie alle adesioni di cittadini, in molti casi con orientamento politico riconducibile ad aree di centro e sinistra.

“Ma la coalizione non è chiusa, – annuncia Paradisi – anzi è pronta ad accogliere anche quelle forze che stanno portando avanti una candidatura correndo da soli: da soli non otterranno nulla, la vera forza è la coalizione”.

A fare i nomi e cognomi ci pensa Carlo Ciccioli (Fratelli d’Italia): “L’appello è per Marcello Liverani, Maurizio Perini, che può dare così prova di non essere subalterno a Mangialardi, e Marche 2020. Unione Civica offre la forza della coalizione, la presenza di due candidati stimati e competenti, un progetto innovativo: questi sono gli ingredienti con i quali potremo concedere al PD di Senigallia il riposo di cui ha bisogno.

Il Partito Democratico ha fatto e strafatto tanto per la città, ma nel momento in cui viene percepito che il sistema che gestisce il potere non risolve più i problemi, come accaduto per l’alluvione e per la ex-Sacelit, occorre l’alternanza.

Presentazione di Unione Civica, per Paradisi Sindaco di SenigalliaPresentazione di Unione Civica, per Paradisi Sindaco di SenigalliaPresentazione di Unione Civica, per Paradisi Sindaco di Senigallia

Dichiarazioni di soddisfazione e di sostegno da parte di tutti gli altri sostenitori del “doppio sindaco” Paradisi – Rebecchini.

Inizia Sandro Zaffiri (Lega Nord): “Sosteniamo un cambiamento forte per un territorio che ne ha un grande bisogno e ha necessità di tornare ad essere la Senigallia degli anni ’60 e ’70, in cui era regina del turismo: è responsabilità del sindaco e delle ultime Amministrazioni se ora non lo è”.

Marta Torbidoni (Forza Italia) è da tempo inserita nel progetto: Dall’estate 2014 lavoriamo insieme a Paradisi e Rebecchini per costruire questa alternativa. Eravamo pronti anche a rinunciare a correre col simbolo del nostro partito se fosse stato necessario, ma sono soddisfatta che avremo una nostra lista, sostenuta dai nostri organismi nazionali”.

Andrea Bacchiocchi rilancia l’appello a Marche 2020 e ribadisce che la lista che sta componendo si farà portavoce di persone con esperienze di centrosinistra e di cittadinanza attiva.

Alessandro Cicconi Massi conferma la “fine delle ostilità” con Paradisi: “Abbiamo risolto le nostre questioni dialettiche confrontandoci; ora con Cameruccio ci siamo dati l’obiettivo di riportare nel nostro alveo quella parte di cittadini e di classe imprenditoriale che, pur condividendo ideali moderati e di centrodestra, si sono avvicinati all’Amministrazione Mangialardi, attirati da un sistema di potere. Di primaria importanza la difesa dell’ospedale di Senigallia, il cui impoverimento comandato dal PD regionale è stato avallato da quello locale e da Mangialardi”.

Sulla difesa dell’ospedale, Gabriele Cameruccio fa l’eco a Cicconi Massi, aggiungendo: “Senigallia non può restare in coda, nè sulla sanità nè in altri ambiti: serve aria nuova, possiamo dare l’alternanza necessaria”.

Infine Alan Canestrari: “L’Europa è una frontiera fondamentale per il nostro sviluppo e se non sapremo drenare fondi europei probabilmente avremo un respiro corto. Mi candido a rappresentare una intera generazione, la mia, forse la più penalizzata, dobbiamo prendere atto di quello che è successo negli ultimi 20 anni ed andare oltre, lanciare un messaggio di risveglio”.

Presentazione di Unione Civica, per Paradisi Sindaco di SenigalliaRoberto Paradisi e Luigi Rebecchini sottoscrivono le priorità programmaticheLe priorità programmatiche sottoscritte dalla coalizione Unione Civica

Le priorità programmatiche di Unione Civica sono poi state sottoscritte da tutti, un primo documento che, secondo Paradisi, si riassume in quattro parole: Meno tasse, più turisti.

Meno tasse come la Cosap (per l’occupazione del suolo pubblico) che a Senigallia è tra le più alte delle Marche, per la quale Unione Civica propone il dimezzamento immediato, senza dimenticare gli aumenti arrivati su IMU, mense, TARI. Riduzioni possibili, secondo Paradisi, con il taglio radicale delle consulenze esterne.

Più turismo grazie a provvedimenti che non prevedano la (non) realizzazione di opere faraoniche come accaduto nell’area ex-Sacelit, ma con intervenuti immediati come le aree per il turismo plein-air e mirati ad ambiti come il turismo sportivo con la realizzazione di un grande impianto polivalente.

Attenzione anche al sociale, con una politica non di semplice assistenzialismo, ma di integrazione dei bisognosi in una città con un’impostazione più comunitaria: ne è esempio la proposta di garantire alle famiglie meno abbienti la pratica sportiva gratuita per i propri figli, grazie a convenzioni con la società.

Infine la sicurezza: Unione Civica propone di istituire l’Assessorato alla Sicurezza, intesa sia come sicurezza idrogeologica, mantenendo rapporti costanti e produttivi con gli organi sovracomunali competenti, sia come sicurezza dei cittadini, con la lotta a microcriminalità, agli stupefacenti, soprattutto nelle scuole, e alla ludopatia.

Se il programma completo verrà approfondito e presentato nel suo complesso nei giorni a venire, quella che è invece già partita è l’operazione per portare attorno a Roberto Paradisi e Luigi Rebecchini il consenso di cui necessitano per dimostrare la veridicità ciò che affermano nel loro motto: un’altra Senigallia c’è.

Commenti
Ci sono 12 commenti
Antonio 2015-04-04 17:47:50
Persone vecchie, politica vecchia, nulla cambia come sempre. Due sindaci? Molto simpatica questa cosa, capace che qualche fessacchiotto ci creda anche. Dove sono le linee elaborate da tempo? In pratica nulla di nuovo, tutta aria fritta.
Paolo Belogi
Paolo Belogi 2015-04-04 17:52:29
Mi piace e, una volta letto il programma, potrebbe essere l'unico valido motivo per non disertare il seggio come mi ero proposto di fare.
Gnagnolo
Gnagnolo 2015-04-04 18:12:26
Un dì Noè nella foresta andò...
Paperinik
Paperinik 2015-04-04 21:21:54
Due sindaci? Paradisi, Rebecchini, Cicconi massi, Cameruccio, Forza Italia, la Lega, Fratelli d'Italia...è arrivato il circo in città e non lo sapevo? Cosa non si fa per una poltrona...per 5 anni vi siete fatti le lotte a suon di comunicati stampa dove vi infangavate a vicenda, e ora, con lo stile "minestrone" vi siete riuniti sotto lo stesso ombrello. Il segnale è chiaro, da soli sapevate benissimo di non avere storia e chances...ma anche se insieme il risultato non cambierà.
giulio 2015-04-04 21:48:00
Carlo Ciccioli? In politica dal 1970, già nel 1979 eletto consigliere comunale. Quando si dice "due mandati e poi a casa": ecco perchè. Un saluto a tutti i lettori di Senigallia Notizie.
Dinosauro
Dinosauro 2015-04-04 22:16:11
Questi di nuovo non hanno niente e non dicono nulla.
Nemo
Nemo 2015-04-05 00:08:37
"Alessandro Cicconi Massi conferma la “fine delle ostilità” con Paradisi"... Cosa non si farebbe per la paltrona...un po' di dignità mai eh.
Aurelio
Aurelio 2015-04-05 10:59:51
Un "ammucchiata"??!! ...ma come vi viene in mente??
leofax 2015-04-05 11:05:08
Stiamo parlando di elezioni amministrative o di una campagna pubblicitaria dei supermercati cittadini?
Pago uno e prendo due? In politichese, Voto uno ed eleggo due Sindaci? State partendo con il piede sbagliato nei confronti degli elettori creando solo confusione.
Harrylacarogna
Harrylacarogna 2015-04-05 12:49:13
Assoluto spettacolo,anche Rebecchini(Rifondazione Comunista(era di)in questo magnifico minestrone di trasformisti e riciclati.
Complimenti.
Anche sto giro scheda nulla per me.
Buona Pasqua comunque a tutti gli utenti di Senigallia Notizie e tutti quelli che cercano,commentando di dare voce alle loro idee.
maria garbini 2015-04-05 15:05:34
Un piccolo buon segno è in arrivo, diversi cammellieri (speriamo aumentino i preoccupati) parlano di voltagabbana, quando le loro liste civiche sono SOpRASSATURE di scendiletto pro-mangialardi. Se i non votanti-astenuti-allagati delle europee del maggio scorso andranno alle urne il prossimo maggio, si potrà raggiungere il ballottaggio coi compagnucci e poi forse spodestare.......... s610
Paolo Belogi
Paolo Belogi 2015-04-05 17:24:40
Sarò all'antica, ma il vedere che l'altro commento a favore ha un nome ed un cognome, a differenza di quelli "duri" che commentano "duro" in forma pressoché anonima, mi piace :)
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!