SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

‘Liverani non si preoccupi di noi: peccato che lui non abbia quei contenuti’

Fabiana Capelli (Progetto in Comune) replica alle parole del candidato di Nuova Senigallia

2.361 Letture
commenti
Maurizio Perini e Fabiana Capelli

Per la redazione del programma “Urbanistica e Territorio” abbiamo analizzato vari programmi proposti e successivamente attuati in altre città, dedicandoci ad alcuni aspetti ed in particolare: alla sicurezza ed alla vivibilità dei quartieri, ritenendoli elementi chiave per Senigallia.

Atto dovuto perché “Progetto In Comune” nasce per garantire i cittadini, il loro benessere e la loro incolumità. Ovviamente, non potevamo inventare nulla ed abbiamo trovato interessanti spunti nel manuale “La città si*cura. Una città sicura per le donne, una città sicura per tutti” della Consulta delle Elette della regione Piemonte (edito nel Novembre 2012). Alcuni concetti, estrapolati dal manuale perché inerenti anche alla città di Senigallia, sono stati segnalati dal candidato sindaco Liverani come “copia ed incolla”.

Si tratta, in realtà, di punti fondamentali che non potevano essere espressi diversamente e non esprimeremo diversamente, perché adeguati ed appropriati così come sono:
Rafforzare il senso di sicurezza diventa, quindi, un compito primario delle Istituzioni, a partire dalle Amministrazioni locali.
Una buona manutenzione, la pulizia regolare e la rimozione immediata dei rifiuti garantiranno il senso di appartenenza ed il coinvolgimento dei residenti nella cura del quartiere/frazione.
La presenza delle forze dell’ordine, specie del vigile di quartiere/frazione, aumenterà il senso di sicurezza dei residenti.

Non esistono parole diverse o più efficaci per esprimere l’importanza che per noi hanno la sicurezza, il decoro, la vivibilità dei quartieri e delle frazioni di Senigallia. Non si tratta, quindi, di un “copia ed incolla”, ma di fare propri concetti fondamentali che riguardano l’ordine e la cura della città e dei cittadini.
Il candidato sindaco Liverani non si dovrebbe preoccupare del “copia ed incolla” ma dei contenuti preziosi, espressi dal manuale della regione Piemonte, da noi raccolti ed adeguati al contesto di Senigallia. Si dovrebbe, forse, rammaricare di non averli tra i suoi propositi…
In ultimo, sottolineiamo che la città di Savignano ha realizzato il sito “Savignano sicura” a fine 2014, dopo aver condiviso e pubblicato sul web il nostro programma di “Urbanistica e Territorio”. Potremmo dire che ci hanno copiato… Non è nelle nostre intenzioni, ma è una riprova che anche l’Amministrazione di questa città ha fatto propri i principi importanti espressi dal manuale della regione Piemonte nel 2012 e lo ha fatto con identiche parole…

“Progetto In Comune”, però, non si limita all’assunzione di concetti e va oltre, indirizzandosi all’azione. Come tutti i progetti parte dai dati di fatto, analizza le soluzioni esistenti e propone le risoluzioni adeguate alla problematica ed al contesto in cui questa si verifica.
Invitiamo, pertanto, i cittadini a leggere l’ultima stesura del programma “Urbanistica e Territorio”, nella certezza di proporre il meglio, effettivamente attuabile, per incrementare la sicurezza e la vivibilità dei quartieri/frazioni, alla luce di quanto già positivamente in essere presso altre città.

Ho espresso la massima fiducia, scrive Maurizio Perini, a Fabiana Capelli– nata a Roma nel 1977, diplomata a pieni voti presso il Liceo scientifico E. Medi di Senigallia e laureata con lode in Ingegneria Civile all’Università degli Studi di Ancona. Dal 2002 impegnata nella progettazione strutturale applicata agli impianti Oil & Gas con esperienza di gestione risorse nell’ambito di progetti nazionali ed internazionali –, persona che stimo umanamente e professionalmente. A Lei e al candidato consigliere Davide Fronzi, laureando in Ingegneria presso L’Ateneo di Ancona , ho assegnato la responsabilità di occuparsi del settore urbanistica e protezione civile; ora per l’estensione del programma e nella futura Giunta, qualora i cittadini senigalliesi ci affidassero il compito di amministrare Senigallia“.

 

da Progetto In Comune

Commenti
Ci sono 3 commenti
giulio 2015-04-03 20:10:45
Laurea in Ingegneria. Con lode. Liceo Scientifico. Con Lode. E' possibile avere lei come candidato Sindaco, al posto di Perini?
Antonio 2015-04-03 21:03:28
L'arrampicata sugli specchi è grottesca e ridicola, strano che una laureata si presti a questa farsa. Chi legge giudica...
leofax 2015-04-04 12:17:54
Ho dato un'occhiata al sito del candidato Sindaco Maurizio Perini e sul Suo Progetto in comune. Alla voce Cultura e Turismo leggo testualmente: Sfilate di moda con maschere d’epoca e giochi storici: data la storia della città di Senigallia e la presenza di alcuni laboratori dediti alla realizzazione di costumi, vanno promossi più eventi, in particolare nell’area della Rocca e nelle frazioni con maggiore rilievo storico-architettonico. Eventi che possano coinvolgere in maniera fattiva tutti di fotografi-truccatori-stilisti presenti sul nostro territorio. Nel contesto generale di valorizzazione delle bellezze della città, l’Amministrazione in maniera metodica dovrà portare a termine un piano di acquisizioni di Beni, quali ad esempio il parterre della Rocca, preventivando un piano economico di gestione che consenta la fattibilità dell’operazione stessa.
Assomiglia molto a questo:
2 novembre 2014 www.senigallianotizie.it
Riflessioni e idee per i candidati Sindaco,
per affrontare i problemi cittadini – Parte 2
Alla metà degli anni 50, la nostra città era famosa, oltre che per il suo Carnevale,
che non aveva nulla di meno rispetto a quello fanese, per la Festa del Duca,
che a suo tempo coinvolgeva i quartieri cittadini per la partecipazione
al torneo cavalleresco.
Si potrebbero integrare con dei concorsi tipo “La cortigiana più bella”
con sfilate di moda e oltre agli abiti, abbinare l’acconciatura più originale,
cene “storiche” con i piatti di quel tempo, a rotazione nelle varie contrade,
coinvolgendo i commensali, con la partecipazione di menestrelli, giocolieri,
musici tutti rigorosamente con abiti medievali.
Potrebbe essere un’occasione di lavoro, per sartorie, parrucchieri,
ristoranti, sbandieratori e musicisti. Per allungare l’evento si potrebbero
coinvolgere i borghi medievali presenti sul territorio vallivo. Non aggiungo altro.
Leonardo Maria Conti
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!